Prossimo impegno sabato 14 settembre

Junior Fasano, parte con una sconfitta il campionato di Serie A1 2019/20

Superata all’esordio tra le mura amiche della palestra Zizzi dall’ostico Merano per 29- 32

Pallamano
Fasano lunedì 09 settembre 2019
di La Redazione
Junior Fasano
Junior Fasano © n.c.

Parte con una sconfitta il campionato di Serie A1 2019/20 della Junior Fasano, superata all’esordio tra le mura amiche della palestra Zizzi dall’ostico Merano per 29- 32. Nonostante il risultato negativo, è comunque buona nel complesso la prova della giovanissima compagine biancazzurra, particolarmente efficace sul fronte offensivo a scapito di una fase da difensiva i cui meccanismi sono ancora fisiologicamente da perfezionare vista l’età media dei ragazzi in campo e le tante novità in rosa.

L’avvio del match era contraddistinto da ritmi piuttosto elevati e da un certo equilibrio, infranto per la prima volta dalla compagine ospite, avanti sul 4-7 al 9’. Le parate di Pavani ed una serie di ripartenze efficaci riportavano i padroni di casa sul finale di frazione, chiusa sul 13-14, a ridosso del Merano, che però allungava nuovamente in principio di ripresa sino al 14-17 del 3’. La Junior con orgoglio, sostenuta dal proprio pubblico, recuperava nuovamente lo svantaggio, impattando sul 20-20 all’11’, ribaltando la situazione al 14’ (23-22) e vanificando diverse occasioni per il +2. Nei minuti finali, venuta meno un pizzico di lucidità a causa della stanchezza e soprattutto del grande caldo, si rivelava determinante la maggior esperienza del team alto-atesino, che tornava in vantaggio al 25’ (27-28) e piazzava il break decisivo, chiudendo l’incontro sul definitivo 29-32.

Prossimo impegno per Flavio Messina e compagni fissato per sabato 14 settembre, quando in occasione della prima trasferta stagionale la Junior Fasano sarà ospite del Trieste.

Queste le dichiarazioni del tecnico Francesco Ancona al termine del match: «Avevo previsto una partita molto difficile e così è stato, affrontando una squadra completa in ogni reparto con due ottimi giocatori stranieri molto esperti. Abbiamo pagato lo scotto iniziale commettendo tantissimi errori, soprattutto nella fase difensiva, dove speravo di far meglio, e sulla quale lavoreremo tanto già dai prossimi giorni. Sono però rimasto positivamente stupito da come la squadra abbia avuto la forza di recuperare l’incontro e di condurlo fino a sei minuti dal termine, quando purtroppo alcuni peccati di inesperienza hanno vanificato tutto lo sforzo. A dispetto del risultato sono comunque molto fiducioso, la squadra c’è e sono certo che i risultati ed i miglioramenti nel gioco non tarderanno ad arrivare».

Lascia il tuo commento
commenti