Contro il Bolzano

Secondo stop stagionale per la Acqua & Sapone Junior Fasano

Il 50° campionato di pallamano italiano porta con se due sconfitte già alla terza giornata

Pallamano
Fasano domenica 23 settembre 2018
di La Redazione
Acqua & Sapone Junior Fasano-Bolzano: 18-31 (p.t. 8-14)
Acqua & Sapone Junior Fasano-Bolzano: 18-31 (p.t. 8-14) © fan page Acqua & Sapone Junior Fasano

Non succedeva da decenni di perdere due partite consecutive per la Acqua & Sapone Junior Fasano, ma il 50° campionato di pallamano italiano porta con se due sconfitte già alla terza giornata, sconfitte che lasceranno un brutto segno rosso (si spera solo statistisco) per il prosieguo della stagione.

Niente da fare per la Junior, il Bolzano in questo momento è su altri livelli. E se per giustificazione si potrebbe usare l’assenza di Fovio (ancora alle prese con problemi fisici) e la gestione della partita, abbastanza opinabile, da parte dei due arbitri nei primi 20’. Sicuramente la sconfitta con 13 reti di scarto (in casa) non si può appuntare solo a queste due componenti. La Junior in questo momento è ancora un cantiere ed i cambiamenti del mercato estivo non hanno ancora portato quella solidità che si sperava.

La partita in pratica dura 15’. La Junior cerca di rimanere aggrappata al match grazie ad alcune pregevoli conclusioni di Bronzo, ma già dal 20’ il Bolzano scappa via e chiude il primo tempo, con un vantaggio di 6 reti (p.t. 8-14). Compito facilitato da alcune decisioni arbitrali “discutibili” che indispettiscono il pubblico di casa e che riscalda oltremisura, la già bollente palestra Zizzi. Nel secondo tempo gli ospiti si portano velocemente sul +10 e la partita in pratica è conclusa. Le velleità di rientro dei locali vengono spente da un “sontuoso” Volarevic che para tutto il parabile ed in pratica spegne i già poco credibili sogni di rientro da parte della Junior.Il punteggio finale non lascia scampo: 18-31 in casa non lascia nessuna giustificazione. Bolzano (oggi) è superiore.

Sonnerer (8 reti) e l’ex Arcieri sulle ali, Turkovic, Gaeta e Brzic (già vincitore di una coppa Italia e di uno scudetto con i biancoazzurri) sulla linea dei terzini (senza dimenticare Sporcic dalla panchina), Volarevic in porta, con Innerebner e Halilkovic che si alternano sulla linea continua, in questo momento non sono alla portata dei locali biancoazzurri. Nella Junior si distingue Bronzo (già “adottato” dal pubblico locale), a tratti Radovcic (spesso utilizzato in un ruolo non suo) ed il solito volenteroso Messina, Vinci e Palmisano in porta cercano di far dimenticare l’assenza di Fovio (ma chiaramente il compito è arduo per i due giovani portieri, parliamo di uno dei pochi portieri del campionato che fanno davvero la differenza), un filo sottotono Donoso e Venturi, a sprazzi Angiolini, ma chiaramente oggi nella Junior non è facile giocare sulla linea dei terzini, manca ancora qualcosa nella gestione e nella circolazione della palla, specie a difesa schierata ed i soli 18 goal in casa ne sono la prova.

Sicuramente coach Ancona avrà parecchio da lavorare per limare, aggiustare e mettere a punto una macchina che dopo la sconfitta a Trieste incappa in un altro stop ancora piu’ pesante in casa, seppur contro una delle piu’ serie candidate al titolo di campione d’Italia. C’è tempo per migliorare, già dalla prossima settimana a Cassano Magnago, trasferta insidiosa, ma sicuramente alla portata della Junior Fasano.

Acqua & Sapone Junior Fasano-Bolzano: 18-31 (p.t. 8-14)

Junior Fasano: Palmisano, Vinci, Radovcic 2, Venturi 1, Corcione 1, Angiolini 3, Pugliese ), Bargelli, Bronzo 4, Donoso 2, Petryichko 4, Gallo M., Gallo G., Pinto, De Santis, Messina. All. Ancona.

Bolzano: Volarevic, Singh, Arcieri 4, Sonnerer 8, Pircher 3, Halilkovic 3, Innerebner 1, Kammerer, Mathà, Gaeta 5, Sporcic, Brzic 3, Turckovic 4, Gojani. All. Dvorsek.

Arbitri: Limido e Donnini.

Lascia il tuo commento
commenti