Al Pala San Guacomo di Concersano

La Junior Fasano è Campione d’Italia

Lo scudetto torna in città grazie all'impresa della squadra allenata da Francesco Ancona che ha travolto la squadra di Bolzano / LE FOTO

Pallamano
Fasano domenica 29 maggio 2016
di La Redazione
La Junior Fasano è Campione d'Italia
La Junior Fasano è Campione d'Italia © FasanoLive.com

Tripudio biancazzurro al Pala San Giacomo di Conversano, con la Junior Fasano laureatasi campione d’Italia al termine di una splendida gara che ha visto i detentori in carica del Bolzano sconfitti per 31-19. Nella bolgia del palazzetto barese, invaso da almeno 2000 sostenitori fasanesi, gli ospiti partivano meglio trascinati dalle parate del portiere Volarevic, giungendo fino al +4 (5-1 al 10’). Un time-out chiamato dal tecnico Francesco Ancona scuoteva la Junior, che con un parziale di 6-0 ribaltava il punteggio (7-5 al 19’), venendo agganciati un’ultima volta fino al 7-7 prima di mettere definitivamente la freccia. Sul finale di frazione Flavio Messina e compagni arrivavano al 10-7, il Bolzano accorciava sul 10-9 ed una magia di uno strepitoso Leal (dodici reti per lui al termine della gara) chiudeva il primo tempo sull’11-9 per la Junior.

Nella ripresa il match si trasformava in un monologo biancazzurro, con le parate del solito magistrale Fovio (nono scudetto per lui, ennesimo di una carriera fantastica) e le reti spettacolari di Maione, Riccobelli e Leal che portavano il team fasanese prima sul +6 (18-12 al 9’) e poi sul +11 (26-15 al 18’). Nel delirio dei tifosi biancazzurri, ebbri di gioia, il Bolzano aveva un ultimo sussulto con un parziale di 3-0 (26-18 al 18’), ma nella passerella finale concessa dal tecnico Francesco Ancona a tutti i ragazzi a referto, la Junior dilagava nuovamente grazie anche alle parate del subentrato Cedro, con il match che si chiudeva sul 31-19.

Enorme la gioia in casa fasanese, con il tricolore, secondo della sua storia, che fa il paio alla Coppa Italia conquistata a marzo a Lavis, e che mette il fantastico sigillo ad una stagione meravigliosa e ad una storia nata in piazza Ciaia trentasei anni fa e sempre fedele ai canoni della fasanesità e di una rosa a forte tinte locali.
 

Lascia il tuo commento
commenti