Seconda Categoria

Savelletri - Atletico Pezze: la società di Giovanni Cardone vuol fare chiarezza sull'accaduto

All'Atletico Pezze ancora non va giù la decisione del giudice sportivo, che respinse il reclamo effettuato a riguardo del derby perso, prima sul campo e poi d’ufficio, contro i cugini del Savelletri

Calcio
Fasano sabato 26 gennaio 2019
di Enrico Fanizza
atletico pezze savelletri
atletico pezze savelletri © FasanoLive.com

Terminò sul risultato di 2-0, in favore dei "marinareschi", il derby frazionale disputatosi domenica 16 dicembre 2018, al Comunale di Montalbano, valido per l'undicesima giornata del campionato di Seconda Categoria. Ma a fine partita, ricordiamo, l'Atletico Pezze, accusò il Savelletri di aver effettuato una sostituzione irregolare al minuto numero 48 del secondo tempo e di aver schierato il calciatore numero 12 Speciale Vito non tesserato (risultato invece tesserato regolarmente in data 15.12.2018), e così, la società presieduta da Giovanni Cardone, decise di prendere immediatamente la strada del reclamo, per ribaltare il risultato conseguito sul campo. Reclamo che, a parere dei pezzaioli, era ormai già vinto.

Ma così non è andata e i tre punti sono rimasti nella frazione marinara, data la decisione (parsa ingiusta ai biancocelesti del Pezze) di respingere il reclamo da parte del giudice sportivo.

Quanto letto sulla pagina Facebook ufficiale dell'Atletico Pezze (cui sotto vi riportiamo) fa comprendere che, a distanza di circa due settimane dalla decisione del giudice sportivo e di oltre un mese dalla disputa sul campo, la società di Cardone non ci sta e ha ancora da dire la sua.

Questo il post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale della società di Pezze di Greco:
"Per quanto riguarda la partita di campionato Savelletri - Atletico Pezze disputatasi domenica 16 dicembre, e terminata con il risultato di 2 a 0 in favore dei padroni di casa, la nostra società aveva presentato ricorso in quanto al 48' del secondo tempo il Savelletri effettuava una sostituzione e rimaneva in campo senza giocatori under come prevede il regolamento e al 49' ristabiliva i conti inserendo nuovamente un under in campo.
Dal referto consegnatoci dal direttore di gara era anche scritta la tempistica dei tempi dei cambi (48' e 49') e abbiamo agito di conseguenza anche perchè avevamo notato un comportamento alquanto inusuale del direttore di gara nei confronti dei nostri tesserati nell'arco dell'intera partita.
Incredibilmente, il ricorso è stato respinto poichè: "A seguito del supplemento di rapporto reso dal direttore di gara, è emerso che la sostituzione dei calciatori Rubino Stefano (27.02.1998) e Sibilio Paolo (07.07.1997) è avvenuta contemporaneamente, senza che il gioco fosse stato ripreso".
In pratica il geniale direttore di gara ha fornito un supplemento di rapporto dichiarando che, nonostante nel referto c'era scritto che i cambi fossero avvenuti a un minuto di distanza,in quel minuto non si è giocato, ma non sappiamo cosa si sia fatto. Quindi abbiamo anche pagato la tassa di reclamo e ci siamo sentiti inermi di fronte a tale squallore.
A prescindere che noi non abbiamo nulla contro la società Savelletri, ma poteva essere qualsiasi squadra. Abbiamo agito solamente rispettando il regolamento e poi inizialmente abbiamo pensato di fare un ulteriore ricorso contro la decisione del giudice sportivo, avendo gli elementi per dimostrare, ma poi ci abbiamo pensato bene e abbiamo deciso di non presentare alcun ricorso. E sapete perchè?
Perchè il nostro obiettivo è quello di andare contro questo sistema; un altro ricorso avrebbe solamente arricchito il loro conto in banca, ritirare la squadra avrebbe consentito di pagare una multa salatissima, quindi noi ONOREREMO questo campionato, fino all'ultima giornata, ma era giusto far capire a tutti quanto questo sport sia MARCIO, anche in Seconda Categoria.
I nostri sacrifici, impegni, passione vengono smontati così all'improvviso e la voglia di mandare tutto a quel paese è tanta. MA NON CI FERMERETE!".
Questa è l'affermazione dell'Atletico Pezze, che vuole quindi cercare di fare chiarezza su una decisione da parte del giudice sportivo alquanto dubbia.

Per quanto riguarda ciò che concerne il campo, domenica prossima, 27 gennaio, le due compagini, Savelletri e Atletico Pezze, affronteranno rispettivamente la Virtus Maruggio e la Tre Colli Montemesola, entrambe tra le mura amiche dei rispettivi campi di gioco, con fischio d'inizio fissato per le ore 15:00.

Lascia il tuo commento
commenti