Automobilismo

5^ Trofeo del Levante: i risultati dei fasanesi nell'ultimo week-end di gara

Verdetti altalenanti per i piloti fasanesi, tra vittorie e meno fortunati ritiri, in una giornata condizionata anche dal meteo avverso che ha reso ancora più insidioso il tracciato di Binetto

Altri Sport
Fasano lunedì 26 novembre 2018
di Christian De Leonardis
5^ Trofeo del Levante
5^ Trofeo del Levante © n.c.

Ieri, domenica 25 novembre, è andata in scena all'Autodromo del Levante di Binetto (BA) la terza e ultima prova del 5^ Trofeo del Levante (con coefficiente di punteggio aumentato a 1.5), un appuntamento motoristico immancabile nel panorama del motorsport made in Puglia. Anche questa volta, pur essendo ormai giunti al termine della stagione agonistica, pieno di iscritti per il "mini-campionato" che ogni anno si disputa sul tracciato barese, rinnovato e rivitalizzato dal recente cambio di gestione, ora in mano alla Safe & Emotion di Fasano.

I tanti piloti fasanesi al via sono stati come al solito impegnati nelle diverse categorie di gara, dove non sono mancate le battaglie ruota a ruota e i sorpassi a ruote fumanti.

Nella gara riservata alle vetture RS 1.6, in particolare, vittoria per il fasanese Antonio Colucci, che ha avuto la meglio su un agguerrito Francesco Savoia (vincitore della Coppa RS 1.6), dopo un repentino scambio di posizioni nella lotta per il podio, completato da Taddeo. Chiude quinto invece Oriano De Leonardis.

Colpi di scena a non finire nel monomarca Peugeot N 1400, con Colucci che dopo un'ottima partenza dalla terza fila riusciva a portarsi fino in testa al gruppo, dominando in lungo e in largo la gara (disputatasi sulla lunghezza di 15 giri) ma venendo poi penalizzato di 25 secondi per scorrettezze. Problemi meccanici hanno invece condizionato la prova di Donato Argese, partito dalla pole. Uno sfortunato Natale Ruggero è stato vittima di un contatto con Parisi (poi squalificato) ed ha per questo chiuso la gara in ghiaia.

Proprio poco prima della gara riservata alle vetture RS Plus si è abbattuto sul tracciato un violento acquazzone: dichiarata gara bagnata. Nonostante ciò, un caparbio Oronzo Montanaro (Mini Cooper S) riesce a portare a casa il terzo posto, dopo un bel sorpasso ai danni di Cioffi. Vince Tagliente, su Peugeot 308, sempre in controllo su Bettera. Sesto, invece, Quaranta.

Pioggia che si intensificava prima dello start della gara Sport&Formula, riservata alle veloci sportscar e alle vetture a ruote scoperte, tanto da costringere il direttore di gara ad una lunga attesa, vista l'impraticabilità del tracciato. Dopo circa mezz'ora il semaforo verde, con un fulmineo Federico Pezzolla (Osella PA21J BMW) scattato bene dalla pole, ma condizionato fin dai primi giri da problemi elettrici che lo costringeranno al ritiro. Una scelta di pneumatici non ottimale del team ha invece rovinato la prova di Gianfranco Giorgio (Osella PA21 Evo Honda), che scattato dalla terza casella in griglia, è scivolato in quinta piazza ad un giro dal vincitore Marino, portando comunque a casa la Coppa Sport&Formula.

Tra le turismo oltre 1600, Andrea Palazzo, su Peugeot 308 Racing Cup, dopo essere stato sempre in lotta per il podio con Cioffi, su Mini Cooper, si è dovuto arrendere definitivamente nelle ultime tornate, concludendo così al quarto posto.

Avvincente come sempre la gara delle Bicilindriche, pur con una griglia non proprio gremita. Le piccole e scattanti Fiat 500 e 126 finemente elaborate si sono date battaglia sul tracciato barese senza risparmiarsi. Ritorna alla vittoria Vincenzo Pezzolla, sulla sua velocissima Fiat 500 gruppo 5 dalla tradizionale livrea gialla, storica dell'Officina Pezzolla. Il fasanese, è stato a lungo in bagarre con Pastore, che si è dovuto arrendere concludendo secondo. Si ferma ai piedi del podio, invece Vito Cupertino, mentre la vittoria in classe 1,5 va a Palmisano, con la sfortuna che ha caratterizzato la gara dei fasanesi: prima ritiro per Francesco Colabello causa foratura, poi noie meccaniche costringono allo stop anche Mimmo Lacerignola.

Si conclude così il 5^ Trofeo del Levante e anche la stagione di gare 2018 del motorsport pugliese. Ora ci aspetta un lungo inverno, ma già guardando al 2019, purtroppo senza la mitica Coppa Selva di Fasano, ma con tanti altri eventi in calendario davvero da non perdere.

Lascia il tuo commento
commenti