Stiamo tutti a casa - ecco le prime testimonianze

Continuate ad inviare i vostri racconti alla mail fasanolive.pausacaffe@gmail.com

Raffaella Ricci Pausa Caffè
Fasano - martedì 17 marzo 2020
.
. © Immagine tratta dal web

Grazie a tutti voi che avete inviato le vostre riflessioni, che avete avuto il coraggio di parlare delle vostre paure e che avete narrato le situazioni che state vivendo. Da oggi saranno pubblicate nella rubrica “pausa caffè”. Grazie anche a tutti gli amici scrittori che, in questo momento di lontanaza fisica, contribuiranno con i loro racconti a farci sentire emotivamente vicini.

Ogni martedì e giovedì lo spazio di "pausa caffè" è riservato alle vostre parole e ai vostri pensieri, mentre il sabato, come di consueto, vi aspetto con un mio racconto .

È il miglior modo che la redazione di Fasanolive ha per dirvi: “Ce la faremo”.


La vita ai tempi del coronavirus

Ecco le prime testimonianze inviate dai lettori. Sono solo pensieri brevi che esprimono però tutta l'intensità di questi momenti. A giovedì.


Ciao, non so cosa dire. Sono un'immunodepressa e già avevo paura prima del coronavirus oggi sono terrorizzata. Non vedo neppure i miei parenti che hanno timore di essere portatori di contagio. Vivere in casa è il minimo e non mi pesa. Esco per andare ogni giorno in ospedale e ne approfitto per comprare beni di prima necessità.

Vorrei che questo messaggio rimanesse anonimo grazie.


Nadia

Sia io che mio marito lavoriamo, non possiamo farlo da casa. Abbiamo due bambini e quindi per stare con loro ci alterniamo con il lavoro. Fuori l’aria è tiepida, sembra già primavera. Ci piacerebbe uscire, ma di questi tempi ci va benissimo anche il balcone.


Valentina

Tornare ad avere il tempo di impastare coinvolgendo e giocando anche con i miei piccoli...Pasta fatta in casa



Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti