Al Teatro Sociale a Fasano

Ecco i vincitori del XXIV Premio Internazionale di Canto Lirico “Valerio Gentile”

Vittoria ex-aequo per il pugliese Antonio Mandrillo e la siciliana Chiara Maria Fiorani

Spettacolo
Fasano sabato 11 dicembre 2021
di La Redazione
sipario
sipario © n.c.

Un pugliese e una siciliana si aggiudicano ex-aequo la ventiquattresima edizione del Premio internazionale di Canto Lirico “Valerio Gentile”, svoltasi l’8 e il 9 dicembre al Teatro Sociale di Fasano.

Si tratta del venticinquenne tenore tarantino (di Pulsano) Antonio Mandrillo e del soprano Chiara Maria Fiorani, ventiquattro anni, di Palermo.

Anche sul secondo gradino del podio si è registrato un pari merito tra il mezzosoprano Ester Ferraro, ventisei anni, di Lamezia Terme, e il ventitreenne baritono cileno Gonzalo Godoy Sepulveda.

Terzo premio al basso Valerio Morelli, diciannovenne cantante di Pescara al quale la presidente di giuria, il celebre soprano Carmela Remigio, ha deciso di donare a titolo personale una quarta borsa di studio.

Questa la decisione della commissione nominata dall’organizzazione del concorso attraverso il Centro Studi intitolato a Valerio Gentile, il giovane studente di canto tragicamente scomparso nel 1993 in ricordo del quale ancora una volta la famiglia si è spesa per sostenere giovani artisti di talento come lui, con l’augurio di una carriera luminosissima. Ai vincitori sono stati, infatti, assegnati premi in denaro sotto forma di borse di studio e garantiti recital retribuiti per diverse società di concerti.

Particolarmente qualificato il collegio di giurati del concorso, quest’anno realizzato con il coordinamento artistico dell’Associazione Musicale Euterpe. La giuria presieduta da Carmela Remigio era composta da Michele D’Elia (pianista e vocal coach alle Accademie del Teatro alla Scala di Milano e del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino), Eleonora Pacetti (responsabile di “Fabbrica”, Young Artists Program del Teatro dell’Opera di Roma) e dalle manager Rita Ahonen (Stretta Artists) e Ines Tartiere (Tartiere Artists Management), la cui presenza ha rappresentato un’importante novità, dato che le due agenti hanno assicurato ai migliori concorrenti l’inserimento nei roster delle loro agenzie. Il Premio Tartiere Artists Management è andato ad Antonio Mandrillo, mentre il controtenore Sandro Rossi porta a casa il Premio Opera-Connection & Stretta Artists.

Del comitato scientifico, nonché della giuria del Premio, diventato organismo stabile, facevano parte diversi responsabili di associazioni e festival pugliesi, dai quali Gonzalo Godoy Sepulveda, Ester Ferraro e Valerio Morelli hanno ricevuto borse di studio e inviti nelle programmazioni delle prossime stagioni. Il comitato era composto da Vito Clemente (Traetta Opera Festival), Antonia Valente e Massimo Felici (Festival Ritratti di Monopoli), Piero Rotolo (Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali di Mola di Bari), Maurizio Pellegrini (Festival ad Libitum di Polignano a Mare) e Margherita Rotondi (Atelier delle Arti di Palazzo Pesce a Mola di Bari).

 

Lascia il tuo commento
commenti