Alle ore 21

Il Festival “Tempeste” chiude con la proiezione del film “Nomadland” al cinema teatro Kennedy

Oggi proiezione del film vincitore di 3 premi Oscar e di numerosi altri riconoscimenti internazionali

Spettacolo
Fasano giovedì 30 settembre 2021
di La Redazione
Il Festival “Tempeste” chiude con la proiezione del film “Nomadland” al cinema teatro Kennedy
Il Festival “Tempeste” chiude con la proiezione del film “Nomadland” al cinema teatro Kennedy © n.c.

Volge al termine il festival “Tempeste - Immagini suoni e racconti dal Mediterraneo” promosso con 12 appuntamenti estivi dal Comune di Fasano in collaborazione con partner attivi nel mondo del volontariato e della promozione della pace.

Oggi, giovedì 30 settembre alle ore 21 presso il cinema “Kennedy” di Fasano ci sarà la proiezione del film “Nomadland” di Chloé Zhao vincitore di 3 premi Oscar, 2 Golden Globe, 1 Leone d’oro al Festival di Venezia e numerosi altri riconoscimenti internazionali.

Una pellicola senza paura che racconta gli Stati Uniti nel ritratto di un'anima in perpetuo movimento. Un salto fuori dal Mediterraneo per raccontare la condizione umana universale del viaggio e della ricerca di terre e condizioni migliori.

La storia è quella Fern, una donna sessantenne che dopo aver perso il marito e il lavoro durante la Grande recessione, lascia la città industriale di Empire, in Nevada, per attraversare gli Stati Uniti occidentali sul suo furgone, facendo la conoscenza di altre persone che, come lei, hanno deciso o sono state costrette a vivere una vita da nomadi moderni, al di fuori delle convenzioni sociali.

L’evento sarà ad ingresso libero con posti limitati (non prenotabili) in ottemperanza alle recenti normative anti-covid.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 30 settembre 2021 alle 11:57 :

    Ormai non c'è festival che non renda tributo al main stream e ai suoi temi. Rispondi a Franco

    dott. Mengele ha scritto il 01 ottobre 2021 alle 06:11 :

    E allora organizzatelo voi un bel festival del razzismo fascista Rispondi a dott. Mengele