Precisazioni

Mensa scolastica, chiarimenti dal movimento “in Comune”: «Ci scusiamo con la società»

«La preoccupazione per la salute dei bambini di Fasano ci ha indotti a riportare alcune informazioni così come sono state a noi segnalate dagli ambienti scolastici e dalle famiglie», dichiara il locale movimento

Politica
Fasano lunedì 23 novembre 2020
di La Redazione
Vito Bianchi
Vito Bianchi © n.c.

«La preoccupazione per la salute dei bambini di Fasano ci ha indotti, come movimento “in Comune”, a riportare alcune informazioni così come sono state a noi segnalate dagli ambienti scolastici e dalle famiglie».

Queste le parole di Vito Bianchi per il Movimento “in Comune”.

«È dunque, nella nostra funzione di rappresentanti politici da sempre sensibili al benessere psico-fisico dei giovanissimi discenti fasanesi che, in un breve passaggio di un comunicato stampa dello scorso ottobre 2019, abbiamo evidenziato alcune problematiche segnalateci come legate alla fruizione della mensa scolastica.

Nella circostanza, mossi dall’apprensione per l’urgenza della vicenda e in un contesto di mera dialettica politica che intendeva coinvolgere esclusivamente l’amministrazione comunale, scevro da ulteriori implicazioni di discredito di soggetti terzi, abbiamo senza ulteriori approfondimenti riportato le notizie che ci erano state fornite, suscitando il risentimento dell’azienda che fornisce i pasti di cui, peraltro, non abbiamo mai citato il nome.

Ci scusiamo, pertanto, con siffatta società, della cui professionalità, qualità, efficienza e serietà non abbiamo mai avuto motivo di dubitare.

Ribadiamo che il nostro intervento critico era rivolto all’amministrazione comunale e nelle nostre intenzioni si poneva nell’esclusivo interesse dei piccoli studenti che usufruiscono del servizio-mensa, secondo un percorso che è testimoniato, in anni di attività del movimento “in Comune”, attraverso plurimi interventi, anche in assise consiliare.

Se qualche equivoco può essere stato generato in ordine alla correttezza e inappuntabilità del servizio svolto dalla Ladisa srl, con la presente dichiarazione e sulla base di quanto già detto più sopra, si ribadisce la nostra intenzione di fare chiarezza sul punto».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco Pollo ha scritto il 23 novembre 2020 alle 11:24 :

    Che ridere... ma non era giornalista e infallibile? Adesso si deve scusare per evitare la querela La prossima volta informati prima di scrivere Rispondi a Marco Pollo