La nota politica

Il Market Solidale senza una sede, Maellaro: «Imbarazzanti contraddizioni di questa Amministrazione»

«Invitiamo l’assessore competente e l’amministrazione tutta a voler trovare una soluzione nel più breve tempo possibile», dichiara il dirigente del movimento Circoli Nuova Fasano - Lega Salvini Premier

Politica
Fasano lunedì 11 marzo 2019
di La Redazione
Vito Maellaro
Vito Maellaro © Facebook fan page [Vito Maellaro]

«Come ormai spesso accade con questa amministrazione, apprendiamo dai quotidiani locali che Il Market Solidale “Il Valore del Tempo” di Fasano, non ha più una sede. È stata elegantemente e nemmeno tanto, “liquidata” dall’amministrazione Zaccaria».

A dichiararlo è Vito Maellaro, dirigente del movimento politico Circoli Nuova Fasano - Lega Salvini Premier.

«Quello che sorprende di questa amministrazione sono senza dubbio le imbarazzanti contraddizioni. Hanno sostenuto per mesi che il loro operato sarebbe stato a favore dei meno fortunati, dei poveri e dei meno abbienti, invece, vengono colpiti proprio loro.

Nemmeno la replica dell’assessore Caroli ci convince. Se da una parte sostiene che il primissimo pensiero della sua Amministrazione è quello di tutelare le persone in difficoltà, dall’altra di fatto fa intendere che il Market Solidale di Fasano, senza nemmeno tanti ringraziamenti, venga fatto fuori.

Non convince nemmeno la proposta di consegnare l'elenco dei fruitori di questo intervento, al Volontariato Vincenziano che in sostituzione, soddisferà senza alcuna difficoltà le persone che ne avranno bisogno,

Quello che non è chiaro è il motivo di tale sostituzione. Dovremmo essere tutti contenti che vi siano più associazioni a prodigarsi nel volontariato, anziché elencare una serie di sterili è imbarazzanti giustificazioni.

Vorremmo ricordare all’assessore, che detta Associazione, combatte anche lo spreco alimentare sul nostro territorio redistribuendolo a chi ne ha bisogno, proprio per contrastare la povertà. A questi operatori, ed in particolare a queste famiglie, va tutta la nostra solidarietà e vicinanza.

Per quanto rappresentato, invitiamo l’assessore competente e l’amministrazione tutta, a voler trovare una soluzione, nel più breve tempo possibile, a questa grottesca vicenda, nell’attesa di una concertazione ove, oltre alla “rete” di tutti gli attori protagonisti, siano convocati al tavolo anche le opposizioni, in modo da fare definitivamente chiarezza sulla questione».

Lascia il tuo commento
commenti