La nota politica

Nuovo Regolamento Dehors, Scianaro:«Apprendiamo informazioni solo attraverso la stampa»

«È a dir poco vergognoso questo atteggiamento e questo ormai consueto modus operandi dell’amministrazione Zaccaria & company», dichiara il consigliere comunale

Politica
Fasano domenica 10 marzo 2019
di La Redazione
Antonio Scianaro
Antonio Scianaro © FasanoLive.com

«Continuiamo ad apprendere informazioni sul “Nuovo Regolamento Comunale dei Dehors” solo ed esclusivamente attraverso la stampa».

A dichiararlo è il consigliere comunale nonché vice presidente della Commissione Urbanistica Antonio Scianaro.

«È a dir poco vergognoso questo atteggiamento e questo ormai consueto modus operandi dell’amministrazione Zaccaria & company, in particolare modo su un argomento così delicato, che ha portato la città di Fasano in piena stagione turistica, alla cronaca di tutte le testate giornalistiche e di tutte le TV Nazionali, creando non pochi problemi a molti operatori.

A nulla sono servite le nostre ripetute sollecitazioni nel corso di diversi consigli comunali, sul ritardo accumulato in merito a questo delicatissimo argomento.

Oggi, si può affermare con certezza che la stagione turistica è ormai avviata, e non viene data agli operatori, possibilità di avviare nessuna iniziativa e programmazione.

Sempre dagli organi di stampa e con una banale mail appena 24 h prima, abbiamo appreso che il 31 gennaio u.s., c’è stata la presentazionedi una bozza di regolamento nella sala di rappresentanza del comune di Fasano, seguita da pochissimi addetti ai lavori, ed ancora oggi sempre attraverso la stampa (molto più informata dei consiglieri comunali eletti dai cittadini) si apprende di una conferenza di servizi promossa dell’assessore Luana Amati, per recepire le osservazioni avanzate dalla Soprintendenza alle Belle Arti e dalla ASL, senza conoscere il contenuto delle eventuali prescrizioni.

Avremmo voluto dare un contributo tangibile attraverso il lavoro che abbiamo sempre fatto in tutti questi anni, con i tecnici a nostra disposizione e con un confronto aperto e partecipato degno di un’amministrazione che si rispettiin tema di democrazia, e non trovarci di fronte ad un lavoro preparato sempre nelle segrete stanze, senza mai aver ricevuto un solo atto amministrativo e quantomeno una bozza.

Qualcuno non si illuda di avere dal sottoscritto un voto favorevole sul “Nuovo Regolamento Comunale dei Dehors” solo con il banale passaggio in commissione urbanistica e dopo in consiglio comunale.

Mi convinco sempre più che questa è la peggiore esperienza amministrativa degli ultimi 15 anni che mette alla luce tutta l’approssimazione di una classe politica allo sbando incapace di pianificare e di tracciare un modello di sviluppo che vada nella direzione del nome che la città di Fasano ha guadagnato in tutti questi anni grazie all’impegno di tanti imprenditori supportati da una politica sicuramente più lungimirante in materia di turismo».

Lascia il tuo commento
commenti