La nota politica

Mozione di Bianchi: «Restituire Palazzo Pezzolla all’uso sancito dal testamento del donatore»

Il rappresentante del Movimento “in Comune” di Fasano porterà la mozione nel consiglio comunale del 28 febbraio 2019

Politica
Fasano giovedì 28 febbraio 2019
di La Redazione
L'ingresso di Palazzo Pezzolla
L'ingresso di Palazzo Pezzolla © FasanoLive.com

«Nel consiglio comunale del 28 febbraio 2019, tramite una mozione presentata dal nostro rappresentante, il prof. Vito Bianchi, intendiamo sanare un’incresciosa situazione legata all’uso di Palazzo Pezzolla».

Questo è quanto si legge nella nota del Movimento “in Comune” di Fasano.

«Chiederemo ufficialmente, infatti, che l’immobile venga finalmente utilizzato secondo quelle che sono le volontà testamentarie del donatore, l’avv. Ottavio Pezzolla, e secondo una deliberazione del Commissario Straordinario del Comune di Fasano, dott. Mario Giannuzzi, risalente al 2002. In effetti, l’avv. Pezzolla aveva donato al Comune di Fasano la sua casa di abitazione facendo obbligo di destinare la struttura perennemente a sede della Biblioteca “Ignazio Ciaia”, dando inoltre vita a un Ente di Cultura, con luogo di riunioni nel “salone degli antenati” (dal quale si chiedeva di non spostare le fotografie e i ritratti degli avi). Successivamente, una volta acquisito il bene, il Comune di Fasano, con deliberazione dell’allora Commissario Straordinario, dott. Mario Giannuzzi, nel gennaio del 2002 stabiliva, fra l’altro (testuale), “… di destinare perennemente il Palazzo Pezzolla, oggetto di donazione, come sede della Biblioteca Comunale “Ignazio Ciaia” per realizzare una Sezione specializzata in arte con annessa Galleria Civica di Arte Moderna; di favorire la istituzione di un Ente o Associazione di Cultura intitolato a Ottavio Pezzolla che avrà tra i suoi compiti quello di valorizzare il lavoro culturale dei giovani fasanesi”. Nella stessa deliberazione si sottolineava, rispetto all’uso di Palazzo Pezzolla, “… l’intento di dare vita ad una sezione libraria specializzata in arte, con annessa Galleria Civica di Arte Contemporanea, con la consapevolezza che una tale struttura sarebbe frequentata sia dai cittadini fasanesi, ma anche da turisti e studiosi interessati che potrebbero visitare nelle varie sale una mostra permanente di pittura e scultura e, nel contempo, poter approfondire lo studio degli artisti presenti in un connubio, biblioteca specializzata e galleria d’arte, che in Puglia non ha simili”.

In un recente intervento in consiglio comunale, lo stesso prof. Bianchi aveva proposto di esporre in Palazzo Pezzolla le tele di Ernest Verner donate al Comune di Fasano, che tuttora mancano di un’adeguata sede, dopo la mostra temporanea allestita nell’ambito del “Selva in Festival” 2017 nel Salone dei Congressi a Selva di Fasano. La mozione che il prof. Bianchi porterà all’attenzione dell’assise consiliare si propone dunque di rispettare innanzitutto le volontà testamentarie e gli atti istituzionali, restituendo Palazzo Pezzolla all’uso per cui il donatore lo aveva legato al Comune di Fasano e che era stato riconosciuto e perfezionato con la succitata delibera del commissario prefettizio.

Ciò significherà anche revocare le concessioni di uso concernenti quelle associazioni cui è stato permesso di utilizzare le sale dell’immobile in palese difformità rispetto a quanto disposto per testamento dall’avv. Pezzolla e per delibera dal commissario prefettizio. Lo consideriamo un atto dovuto».

Lascia il tuo commento
commenti