Il Tar annulla le nuove tariffe

Tassa di Soggiorno, Lello Di Bari: «Bocciate le scelte irragionevoli dell’amministrazione Zaccaria»

Il candidato sindaco Lello Di Bari interviene sulla recente sentenza del Tar di Lecce, che ha di fatto annullato le nuove tariffe per la tassa di soggiorno

Politica
Fasano lunedì 05 luglio 2021
di La Redazione
Il consigliere comunale Lello Di Bari
Il consigliere comunale Lello Di Bari © Angelo Buongiorno @FasanoLive.com

«Ho appreso, nelle ultime ore, della decisione del Tar di Lecce di annullare le nuove tariffe relative all’imposta di soggiorno, varate dall’amministrazione Zaccaria, accogliendo le censure di irrazionalità sulla suddivisione dell’imposta di soggiorno nei vari periodi dell’anno, di carenza istruttoria e di sviamento di potere nell’azione amministrativa».

A dichiararlo è il candidato sindaco del centrodestra, Lello Di Bari, che in sede di approvazione delle nuove tariffe da parte della maggioranza guidata dal sindaco Francesco Zaccaria, aveva già avvertito che una simile scelta avrebbe danneggiato il settore ed esposto l’ente a rischi di natura giudiziaria.

«Questa è l’ennesima dimostrazione della totale lontananza dell’amministrazione Zaccaria dalle esigenze di un settore vitale per il nostro territorio, ovvero quello turistico-ricettivo: dall’altro lato, invece, si palesa ancora una volta l’irrazionalità di scelte frutto della mancanza di una visione coerente e lungimirante finalizzata al vero sviluppo economico, culturale e ambientale del nostro territorio. Il mancato confronto tra albergatori e pubblica amministrazione - sottolinea Di Bari - ha fatto in modo che ad esprimersi su questa vicenda fosse il Tar che, fortunatamente, ha ribadito le riserve che avevamo espresso in passato, annullando di fatto le scelte dell’amministrazione».

Di Bari esprime il proprio disaccordo anche sull’utilizzo degli importi della tassa di soggiorno. «Quei fondi - sottolinea Di Bari – che dovrebbero essere utilizzati per effettuare investimenti all’interno del settore turistico, migliorandone l’offerta, si utilizzano per sopperire a spese di ordinaria amministrazione come ad esempio il pagamento della fornitura elettrica pubblica. Sono questi gli investimenti per il turismo intrapresi dalla squadra di Francesco Zaccaria?».

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Monetto ha scritto il 06 luglio 2021 alle 22:28 :

    Qua di bocciato ce nè solo uno, 5 anni fa 🤣 Rispondi a Monetto

  • Paolina ha scritto il 05 luglio 2021 alle 20:48 :

    Comprereste da quest'uomo una macchina usata ? Rispondi a Paolina

  • Luca N. ha scritto il 05 luglio 2021 alle 10:56 :

    Contesta l'uso della tassa di soggiorno lui che non controllava se veniva pagata e che non organizzava niente per l'estate a Fasano? Rispondi a Luca N.

  • richetto@yopmail.com ha scritto il 05 luglio 2021 alle 08:36 :

    Quando era sindaco lui la tassa di soggiorno non la pagava nessuno, avesse fatto non dico una denuncia alla Finanza ma nemmeno un controllo! Rispondi a richetto@yopmail.com

  • Onorio Druso ha scritto il 05 luglio 2021 alle 06:45 :

    Ricapitolando, per il candidato Di Bari i turisti a mare devono continuare a prendersi i posti migliori e ai fasanesi rimangono i peggiori, mentre se vogliono andare anche loro nei posti migliori devono pagare 45 euro al giorno per un lettino come se fossero ospiti a casa loro. Che grande politica! Almeno pagassero la tassa di soggiorno se vogliono stare nel meglio che abbiamo! Rispondi a Onorio Druso

  • Rocco fasanese povero ha scritto il 05 luglio 2021 alle 06:29 :

    Sempre dalla parte dei ricchi contro i poveri lei eh? Rispondi a Rocco fasanese povero