Giovedì 9 gennaio alle ore 17,30 presso la sala di rappresentanza di palazzo di Città

La Pro Selva presenta il Calendarietto 2020

La 24^ edizione dedicata alle iniziative realizzate in 30 anni di attività

Cultura
Fasano giovedì 09 gennaio 2020
di La Redazione
La Pro Selva presenta il Calendarietto 2020
La Pro Selva presenta il Calendarietto 2020 © n.c.

Sarà presentato oggi, 9 gennaio, alle ore 17,30 presso la Sala di Rappresentanza del Comune di Fasano il calendarietto 2020 dell’Associazione Pro Selva che quest’anno festeggia i trenta anni di attività, in favore della promozione e tutela della collina silvana.

La 24^ edizione del calendarietto (formato 8x11 cm) che dal 1996 viene realizzato dal sodalizio presieduto da Petruzzi Rosanna Lozupone, quest’anno è dedicato ai progetti che la Pro Selva ha portato aventi in questi anni. Iniziative che sono riassunte nei dodici mesi del calendario: dal Minareto, la villa moresca simbolo della Selva e del sodalizio, il cui spazio esterno è stato gestito dalla Pro Selva, location di tante manifestazioni che ne hanno mostrato le potenzialità come contenitore culturale, all’intitolazione di strade e piazzettea personaggi simbolo della Selva; dall’impegno per conservare servizi (per esempio l’ufficio postale), agli itinerari di valorizzazione di chiese, ville, dimore, flora e ambiente; dalle iniziative per i più piccoli, alla piccola biblioteca libera; dalla festa dell’uva alla realizzazione della seduta panoramica presso la rotonda di Marianna la Varra, sino alla pubblicazione di volumi che narrano delle peculiarità della Selva.

Una grande varietà e quantità di iniziative che hanno animato le estati di adulti, bambini, residenti e villeggianti e che fanno scrivere a Paola Guarini nella introduzione del calendarietto “…se la Pro Selva non esistesse… bisognerebbe inventarla!”.

La presentazione del calendarietto, patrocinata dal Comune di Fasano, è affidata proprio alla giornalista Paola Guarini, mentre sono previsti i saluti dei rappresentanti della Pro Selva e dell’amministrazione comunale.

Lascia il tuo commento
commenti