Sono stati 1.115 i progetti finanziati

All’I.T.E.T. Salvemini arrivano nuovissime tecnologie digitali e la realtà virtuale

Su 5000 candidature è stato selezionato l’Istituto Tecnico Tecnologico fasanese

Cultura
Fasano domenica 27 gennaio 2019
di La Redazione
All’I.T.E.T. Salvemini arrivano nuovissime tecnologie digitali e la realtà virtuale
All’I.T.E.T. Salvemini arrivano nuovissime tecnologie digitali e la realtà virtuale © n.c.

Su 5000 candidature inoltrate a livello nazionale, sono stati 1.115 i progetti finanziati, di cui 78 in Puglia grazie all’avviso pubblico per la realizzazione di ambienti di apprendimento innovativi #PNSD – AZIONE #7 del MIUR. Tra le scuole selezionate per il finanziamento l’Istituto Tecnico Tecnologico “G. Salvemini” di Fasano.

L’ambiente tecnologico e innovativo proposto viene inteso quale modello di innovatività didattica su base tecnologica, nel quale si sperimenta un apprendimento dinamico e fluido che rinnova integralmente lo spazio educativo, a supporto di una vision inclusiva e collaborativa.

Lo spazio fisico di apprendimento prevede la creazione di cinque isole di lavoro didattico, adattabili e flessibili, strutturate con tavoli di apprendimento collaborativo esatondi e colorati che consentono l’accesso diretto alle tecnologie, alle risorse educative aperte e all’utilizzo di molteplici metodologie didattiche innovative.

L’ambiente sarà dotato a livello tecnologico di notebook ibridi, visori 3D e software per la realtà virtuale e la realtà aumentata, monitor interattivo touch, un braccio robotico, una fotocamera per foto e video VR e un drone con camera e visore 3D.

La proposta progettuale che si andrà a realizzare nasce da un ripensamento integrale dello spazio educativo e didattico, in parte già in atto all’ITET Salvemini, che ha imposto alle discipline una analisi profonda per la costruzione di un curricolo per competenze valutabile in contesti di realtà attraverso l’uso di nuove tecnologie digitali e metodologie didattiche (learning by doing, classe capovolta, apprendimento cooperativo). Un apprendimento visivo, liquido e cooperativo che favorisce la creatività e porta alla produzione di digital storytelling, videomaking digitale, podcast e webcast, realtà aumentata, videomapping, serious games. Principi e strumenti della robotica e della realtà aumentata consentiranno al gruppo di lavoro la possibilità di esperienze immersive, attraverso il coinvolgimento in contesti percepiti come reali, esperibili da punti di osservazione diversi, più ricchi di contenuti informativi tra loro diversi, come immagini e video.

Il dirigente scolastico dell’istituto, prof.ssa Rosa Anna Cirasino, nel manifestare la sua personale soddisfazione per l’ennesimo traguardo, sottolinea l’importanza tecnologica e didattica che l’ambiente di apprendimento propone, perfettamente in linea con la direzione dell'innovazione, della digitalizzazione e della sperimentazione richiesta al mondo della scuola negli ultimi anni.

Lascia il tuo commento
commenti