A distanza di un anno dall’interruzione dovuta al DPCM

XII Festival “Di scena a Fasano”: ritornano la cultura e il teatro del GAT “Peppino Mancini”

Si riparte dal Teatro Sociale di Fasano domenica 17 ottobre con lo spettacolo “Molto Piacere” della compagnia veronese “Teatro Impiria”

Cultura
Fasano sabato 09 ottobre 2021
di La Redazione
XII Festival “Di scena a Fasano”: ritornano la cultura e il teatro del GAT “Peppino Mancini”
XII Festival “Di scena a Fasano”: ritornano la cultura e il teatro del GAT “Peppino Mancini” © n.c.

A distanza di un anno dall’interruzione dovuta al DPCM, il Festival Nazionale di Teatro “Di scena a Fasano” ritorna padrone delle scene fasanesi.

Questa XII edizione è già stata inaugurata nell’ottobre del 2020 e ha già visto andare in scena il primo spettacolo in concorso, “Senza Hitler”, rappresentato dalla Compagnia degli Evasi di Castelnuovo Magra (SP).

La pièce, rappresentata il 25 ottobre 2020, ha riscosso successo ed emozione nel pubblico presente e ha avuto il grato e ingrato compito di inaugurare e concludere la nuova stagione del Festival, poiché 24 ore prima dell’apertura del sipario il Governo Conte annunciò la chiusura dei teatri fino a data da destinarsi.

Seguendo passo passo le vicende legate all’evolversi della situazione epidemiologica, l’organizzazione grazie alla fattiva collaborazione delle Compagnie selezionate è riuscita a riformulare le nuove date al fine di riprendere esattamente da dove si era interrotto: la Compagnia “Teatro Impiria” di Verona aprirà per prima il sipario di questa seconda parte della XII edizione, domenica 17 ottobre 2021 alle ore 19.00 con lo spettacolo “Molto piacere”. Domenica 24 ottobre, sempre alle 19.00, la compagnia tarantina “La Cricca” porterà in scena lo spettacolo “Libere clausure”.

I successivi appuntamenti vedranno il Teatro Sociale illuminarsi esclusivamente di sabato alle 21.00 con “Il medico per forza” del GAD Città di Trento il 30 ottobre, “Signorina Julie” della Compagnia “Giardini dell’arte” di Firenze il 6 novembre, “Mi chiamo Frankestin” della compagnia “PianoB Teatro” di Como il 13 novembre.

L’organizzazione, data l’ultimissima news che vede la riapertura dei teatri con capienza al 100% a partire da lunedì 11 ottobre, ha deciso di avviare una nuova prevendita di abbonamenti per tutti i posti rimasti invenduti al Teatro Sociale. Infatti nell’ottobre 2020 la capienza consentita era limitata soltanto al 50%.

«Era la notizia che aspettavamo – dice il direttore artistico del Festival, Mimmo Capozziovviamente non soltanto noi ma tutti gli operatori del mondo dello spettacolo. Pertanto siamo felici di aprire nuovamente una mini-campagna abbonamenti, ovviamente a prezzi leggermente ridotti dato che il primo spettacolo del cartellone è già andato in scena. Abbiamo vissuto mesi difficili e vedere un teatro semi-vuoto non fa bene né agli attori né agli spettatori ma adesso è tempo di tornare a vivere ciò che più amiamo. Ci siamo, siamo felici di esserci e questo è l’importante! Adesso non ci resta, come si suol dire, che goderci lo spettacolo!».

Nei prossimi giorni saranno comunicate tutte le indicazioni dettagliate a tutti i possessori di abbonamento e verranno rese note le modalità di acquisto dei nuovi abbonamenti disponibili in prevendita.

Per informazioni di qualsiasi genere è possibile contattare il numero 348 0027873.

 

Lascia il tuo commento
commenti