Operazione della Guardia Costiera di Brindisi

Ritrovato il sub disperso nelle acque di Torre Canne

A lanciare l’allarme è stato il figlio maggiorenne

Cronaca
Fasano martedì 22 gennaio 2019
di La Redazione
Ritrovato il sub disperso nelle acque di Torre Canne
Ritrovato il sub disperso nelle acque di Torre Canne © n.c.

Nella tarda mattinata di oggi 22 gennaio si sono svolte le operazioni di ricerca di un sub disperso, mentre era intento in attività di pesca sportiva sotto costa, nei pressi della spiaggia del Lido Tavernese, in località Marina di Fasano.

Il sub, un sessantenne originario di castellana grotte, era lì giunto in compagnia del figlio maggiorenne, a bordo di un piccolo natante da diporto, utilizzato come unità di appoggio.

Dopo poco tempo i due si sono persi di vista, per cui dopo aver compiuto in zona alcune ricerche improduttive, il figlio ha contattato il numero telefonico di emergenza 1530 della guardia costiera di Bari.

L’allarme veniva trasmesso alla sala operativa della Guardia Costiera di Brindisi, competente per territorio, che assumeva il coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare, impiegando nel tratto di mare interessato la motovedetta CP887 dell’Ufficio Circondariale di Monopoli ed una autopattuglia del dipendente Ufficio Locale di Savelletri.

Atteso che il natante risultava essere sprovvisto di apparati di radiolocalizzazione e non essendo l’occupante in grado di determinare con esattezza la propria posizione in mare, si è riusciti a risalire alla zona dell’emergenza utilizzando il tracciamento del cellulare del segnalante, riducendo così significativamente i tempi di intervento della motovedetta.

Dopo poco tempo dall’avvio delle ricerche in zona, la motovedetta CP887 ha avvisato che il sub disperso era riuscito a raggiungere autonomamente il porto di Torre Canne, per cui convergevano in loco sia il segnalante che i mezzi navali e terrestri della Guardia Costiera, rilevando che l’uomo era comunque in buone condizioni di salute, procedendo agli atti di rito.

Si coglie l’occasione per rammentare la necessità di operare sempre in sicurezza durante le attività in mare, avendo cura di navigare con cognizione di causa ed avendo, altresì, riguardo alle condizione meteorologiche locali, ricorrendo tempestivamente ai recapiti di emergenza della guardia costiera in caso di necessità, per non perdere tempo prezioso.

Lascia il tuo commento
commenti