Difesi dall'avvocato Marcello Zizzi

Domiciliari per i due ragazzi di Pezze di Greco accusati di tentato furto d’auto

Ieri si è tenuta l'udienza di convalida: i due ragazzi, arrestati venerdì a Monopoli, sono accusati di tentato furto, mentre non sussiste il reato di ricettazione

Cronaca
Fasano domenica 25 gennaio 2015
di Vincenzo Lagalante
Il tribunale di Bari
Il tribunale di Bari © n.c.

Erano stati arrestati venerdì notte per tentato furto, ricettazione e riciclaggio, ma il giudice monocratico del Tribunale di Bari ha concesso al 30enne Luigi Conversano e al 32enne Mario Maggi, entrambi di Pezze di Greco, gli arresti domiciliari. I due giovani erano stati sorpresi a Monopoli mentre tentavano di forzare lo sportello di una Fiat 500. Alla vista dei poliziotti, i due ragazzi avevano tentato di nascondersi fra le auto parcheggiate, ma sono stati poi fermati e bloccati. Nella stessa circostanza, gli agenti avevano trovato nella Fiat Panda con la quale erano giunti a Monopoli (risultata rubata a Bari) arnesi atti allo scasso.

Durante l'udienza di convalida, il pubblico ministero aveva chiesto che i due giovani restassero in carcere, visto che avevano anche precedenti penali. L'avvocato difensore Marcello Zizzi, invece, ne ha chiesto invece la scarcerazione perché non può sussistere il reato di ricettazione perché Luigi Conversano e Mario Maggi non erano a bordo della Fiat Panda risultata rubata. Il giudice ha convalidato quindi l'arresto solo per il tentato furto. L'avvocato Zizzi  ha chiesto e ottenuto, inoltre, il giudizio abbreviato con l'udienza stabilita per il 18 febbraio prossimo.

Lascia il tuo commento
commenti