Dura presa di posizione del Consiglio d'Istituto

Trasferimento d'ufficio del dirigente scolastico: è polemica alla Bianco-Pascoli di Fasano

Si chiede la revoca del provvedimento di nomina della Prof.ssa Maria Conserva

Attualità
Fasano venerdì 02 agosto 2019
di La Redazione
Scuola Media Statale Giacinto Bianco
Scuola Media Statale Giacinto Bianco © Google Maps

Dura presa di posizione del Consiglio d'Istituto della scuola secondaria di primo grado “Bianco-Pascoli” sulla nomina a Dirigente della Prof.ssa Maria Conserva. A seguito di una lunga seduta, il Consiglio d'Istituto, all'unanimità, ha redatto una nota, a firma del Presidente avv. Vincenza Giordano Cardone, indirizzata al Ministero della P.I., alla USR Puglia, alla USP Brindisi e al Sindaco di Fasano, con la quale chiede la revoca del provvedimento di nomina della Prof.ssa Maria Conserva.

A suscitare questa presa di posizione all'indomani del decreto di nomina, vi sono una serie di notizie, non proprio confortanti, riportate nel tempo da organi di stampa che evidenziano i difficilissimi rapporti che la dirigente ha avuto nel corso degli ultimi anni con le comunità scolastiche ove la stessa ha prestato la propria attività e che hanno destato una forte preoccupazione tra i genitori e in tutto l'ambiente scolastico.

«“La Gazzetta del Mezzogiorno” del 17 luglio u.s. - si legge nella nota a firma del Presidente avv. Vincenza Giordano Cardone - riporta un articolo nel quale si manifesta la soddisfazione dell'intera comunità dell'Istituto Comprensivo Paradiso-Tuturano di Brindisi per aver ottenuto l'allontanamento della Preside dal proprio Istituto a seguito di una vera e propria sommossa dei genitori sfociata con una nota indirizzata al Ministero, agli organi scolastici e per conoscenza al Sindaco con la quale chiedevano a gran voce il trasferimento della dirigente per i difficilissimi rapporti all'interno dell'istituto (incompatibilità ambientali).

La cosa più sconcertante è che il caso di Tuturano non è un episodio isolato, perchè la stessa “rivolta” si è verificata anche presso le altre sedi ove la stessa Dirigente ha operato, ovvero a Villa Castelli e Carovigno. Anche in questi altri casi vi sono state vere e proprie “sommosse” del corpo docente e dei genitori che hanno coinvolto le rispettive Amministrazioni locali in scioperi e manifestazioni eclatanti poste in risalto dalla stampa. Andando ancora indietro nel tempo, apprendiamo che nel 2008 vi è stata un'interrogazione parlamentare a firma degli On.li Tomaselli, Procacci e Mongelli che hanno denunciato la situazione all'interno della comunità scolastica chiedendo al Ministro di rimuovere l'evidente incompatibilità ambientale tra il dirigente e il mondo scolastico della comunità interessata. La sorpresa più grande - continua il comunicato - è che dopo due giorni la medesima dirigente è stata trasferita d'ufficio presso la sede Bianco-Pascoli di Fasano. La domanda nasce spontanea: quali sono stati i criteri di scelta, dal momento che ad oggi vi sono oltre 20 sedi ancora in attesa di occupazione? Perchè proprio la sede Bianco-Pascoli di Fasano che è nota essere “scuola di eccellenza” per i risultati conseguiti nel corso degli anni?

Ovviamente tutte queste notizie apprese, anche direttamente dagli Istituti scolastici già coinvolti, non lasciano ben sperare nulla di positivo per la nostra comunità atteso che la scuola media Bianco-Pascoli comprende l'intera comunità scolastica di Fasano centro e conta circa 900 famiglie ed è riconosciuta come “scuola di eccellenza” come evincibile dalle numerose attività, progetti, PON, riconoscimenti svolti negli ultimi anni».

La nota si conclude con la richiesta di revoca del provvedimento di nomina, sottolineando ancora una volta la forte preoccupazione da parte dell'intera comunità scolastica per quello che potrebbe accadere e che già si è verificato in passato.

Ad oggi alcuna risposta è pervenuta dagli organi competenti.

Lascia il tuo commento
commenti