«Siamo fieri di dare ogni giorno il nostro contributo»

Puglia regione più vaccinata d’Italia, il sindaco Zaccaria: «Un grande risultato di squadra»

Fasano supera il 90% di prime dosi tra i bambini dai 5 agli 11 anni

Attualità
Fasano venerdì 21 gennaio 2022
di La Redazione
il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria
il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria © n.c.

Un risultato che è frutto di un lavoro di squadra all’insegna di un unico comune obiettivo: sconfiggere il Covid e proteggerci l’un l’altro.

Così il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria commenta il primato della Puglia come regione più vaccinata d’Italia. La notizia arriva oggi grazie ai dati diffusi da Agenas, l’agenzia nazionale per la valutazione e il monitoraggio dei servizi sanitari erogati dalle Regioni, che analizzano i livelli di copertura raggiunti nella campagna vaccinale contro il Covid.

Secondo quanto emerge dal report, con l’86,66% della popolazione generale che ha ricevuto almeno una dose di vaccino, la Puglia conferma il primato a livello nazionale (media italiana 83,71%), e conquista la terza posizione in Europa, immediatamente dopo Malta e Portogallo.

«È una ottima notizia a conferma che quella delle vaccinazioni è la strada giusta – dice il primo cittadino –. Lo abbiamo sostenuto da sempre e continueremo a farlo. Siamo orgogliosi del primato pugliese e di dare ogni giorno il nostro contributo all’aumento delle somministrazioni grazie all’impegno di tutto lo staff al lavoro nell’hub di Conforama, tra i più importanti e grandi della provincia di Brindisi e del circondario. Fasano in queste settimane si è attestata sin da subito tra i primi posti in Puglia per il numero di vaccinazioni pediatriche: oggi è stato superato il 90% di prime dosi tra i bambini fasanesi tra i 5 e gli 11 anni. Questo dato ci inorgoglisce e ci spinge a impegnarci con ancora più energie per accelerare la campagna vaccinale affinché si possa vincere la battaglia contro il virus il prima possibile. Ringrazio tutti i cittadini che hanno scelto la strada della vaccinazione, i bambini che si sono sottoposti alle somministrazioni con senso di responsabilità, il Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Brindisi, i medici e tutto il personale impegnato, i volontari. La nostra azione amministrativa, grazie agli assessori alla Protezione Civile e Pubblica Istruzione, Cisternino e Martucci, sarà sempre orientata al sostegno della campagna vaccinale, l’unico arma di difesa contro il Covid, non dimentichiamocelo mai».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Annalisa L. ha scritto il 21 gennaio 2022 alle 12:43 :

    Covid, la Puglia è un caso: record di vaccinati ma maggiore incremento di contagi (+159%). E non riescono ancora a spiegarci come mai. Rispondi a Annalisa L.

    Carlo M. ha scritto il 21 gennaio 2022 alle 18:22 :

    Perché il virus è mutato. Per sapere che vuol dire mutato e che vuol dire virus rivolgiti al medico di base Rispondi a Carlo M.