Succede a Beniamino Attoma Pepe

Marialucrezia Colucci è il nuovo capo Delegazione del FAI a Brindisi

Nelle scorse settimane, è stata formalizzata la nomina del nuovo capo Delegazione del Fondo Ambiente Italiano per la provincia di Brindisi

Attualità
Fasano giovedì 20 gennaio 2022
di La Redazione
Marialucrezia Colucci, capo della Delegazione del FAI a Brindisi
Marialucrezia Colucci, capo della Delegazione del FAI a Brindisi © n.c.

Nelle scorse settimane, è stata formalizzata la nomina del nuovo capo Delegazione del Fondo Ambiente Italiano per la provincia di Brindisi. A Beniamino Attoma Pepe succede Marialucrezia Colucci, biologa, esperta in restauro e riqualificazione ambientale, guida turistica, già vicecapo Delegazione dalla costituzione della rappresentanza del FAI a Brindisi nel 2015 e delegata regionale FAI per il settore ambiente e paesaggio dal 2017.

Marialucrezia Colucci, in questi giorni impegnata nella definizione dei ruoli all’interno della Delegazione, ha voluto ringraziare Beniamino Attoma Pepe e ha dichiarato: “Quando i vertici nazionali del Fondo Ambiente Italiano mi hanno proposto di assumere il ruolo di capo Delegazione, ho accettato con grande emozione: in questi anni abbiamo svolto un importante lavoro per la diffusione dei valori della Fondazione a Brindisi così come in provincia e sono contenta di poter proseguire l’impegno che ha contraddistinto l’attività della nostra giovane Delegazione. Proprio come suggerito dal nuovo presidente Marco Magnifico, cercheremo sempre più di affiancare le comunità e le istituzioni pubbliche «nella cura e nella valorizzazione dell'"ambiente", inteso come meravigliosa e inscindibile unione di Natura e Storia».

Beniamino Attoma Pepe traccia un bilancio degli ultimi anni: “Ringrazio Marialucrezia per aver assunto questo ruolo e tutti i Delegati, il Gruppo FAI Giovani e tutti i volontari che hanno sostenuto e condiviso le nostre attività in provincia. La successione arriva naturalmente alla scadenza del mio secondo mandato triennale e per l’affiatamento raggiunto in questi anni la soluzione della continuità è sembrata la migliore per consentirci di conservare l’entusiasmo originario e rilanciare le attività della nostra Delegazione. La nostra capacità di diffusione nel territorio brindisino ha portato risultati straordinari, rallentati solo dalla situazione generale che tutti attraversiamo da quasi 2 anni. Vorrei cogliere l’occasione per dedicare un pensiero riconoscente a tutte le amministrazioni comunali del territorio, l’amministrazione provinciale di Brindisi, la Prefettura di Brindisi e tutte le associazioni con le quali abbiamo collaborato e tutti i volontari che hanno contribuito allo sviluppo e alla crescita del Fondo Ambiente Italiano a Brindisi e in provincia.

Lascia il tuo commento
commenti