Parla il cittadino

Lettera di un cittadino per chiedere la messa in sicurezza tratto di strada in Via Appia Torre Canne

Il tratto di strada è ad altissimo rischio di incidenti per i pedoni specialmente nelle ore serali

Attualità
Fasano venerdì 16 luglio 2021
di La Redazione
Via Appia
Via Appia © Google Maps

Un cittadino, proprietario di una casa vacanze a Torre Canne, ha inviato alla nostra redazione una lettera per porre all’attenzione dell’Amministrazione la necessità di mettere «in sicurezza tratto di strada in Via Appia Torre Canne».

Questo il testo della nota.

«Premesso che:

- sono un cittadino proprietario di una casa vacanza a Torre Canne e precisamente in una traversa della Via Appia vicino alla Struttura Canne Bianche.

- sono più di venti anni che si parla della realizzazione di un marciapiede in Via Appia;

- nel corso degli anni sulla Via Appia sono state aperte strutture ricettive turistiche, panifici, pizzerie, pub, negozi di generi alimentari etc. (vedi dalle Terme, Hotel Levante, Canne bianche, Fiume piccolo, Villaggio le Dune etc.);

- le strutture ricettive nella stagione estiva ospitano migliaia di turisti, che durante la giornata e soprattutto la sera a piedi si spostano lungo la strada soprattutto per raggiungere il centro di Torre Canne;

-non conosco e non mi interessa sapere come il Comune di Fasano ha utilizzato … le varie imposte che gravano sui turisti e cittadini proprietari di casa vacanze vedi IMU-TARI-imposta di soggiorno etc.;

- da anni ormai mi capita di vedere (in particolare la sera) sfrecciare a velocità sostenuta auto e moto lungo la Via Appia ed i pedoni che poveretti sono indifesi soprattutto nel tratto della curva subito dopo le Terme verso sud, dove non esiste né marciapiede né uno spazio utile per mettersi fuori dalla sede stradale e si è costretti in curva a camminare sulla la strada con rischio altissimo di essere investiti dalle auto e moto;

- l’Amministrazione in carica e tutte quelle che si sono avvicendate negli ultimi anni è inadempiente e poca attenta alla salute dei cittadini, forse per mancanza di fondi… ma la spesa per realizzare pochi metri di marciapiede ritengo che sia irrisoria rispetto ai soldi pubblici sperperati e sprecati negli ultimi anni a Torre Canne in opere che si sono rivelate inefficienti e fatiscenti;

- l’Amministrazione in carica e tutte quelle che si sono avvicendate negli ultimi anni non ha preso in considerazione in alternativa al marciapiede la realizzazione di tratti stradali pedonali protetti da paletti, come era stato fatto più di venti anni fa da Amministratori responsabili ed attenti alla salute pubblica (vedi i resti di delimitatori in pietra presso il tratto di strada delle Terme…) con un esborso minore per le casse Comunali.

Tutto ciò premesso con la presente si suggerisce all’Amministrazione in carica di realizzare lungo il tratto di strada della Via Appia - ad altissimo rischio di incidenti per i pedoni specialmente nelle ore serali – la realizzazione di dissuasori di velocità per le auto e moto; certamente non occorrono molte autorizzazioni e soprattutto la spesa per la realizzazione è irrisoria per le casse comunali.

In ultima ipotesi se non l’Amministrazione non può accollarsi la spesa per realizzare dei dissuasori di velocità lo manifesti alla collettività e mi adopererò per fare una colletta tra i residenti interessati per reperire i fondi necessari per realizzare i dissuasori di velocità al fine di tutelare la salute e l’incolumità di noi cittadini».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vito Potenza ha scritto il 04 agosto 2021 alle 13:56 :

    Sono perfettamente d'accordo con quanto evidenziato nella lettera suddetta e con l'occasione ribadisco ancora una volta un'altra vergognosa situazione in cui versano anche gli accessi pubblici al mare, completamente inagibili da mamme con passeggini e tanto meno da persone diversamente abili. Rispondi a Vito Potenza

  • Santoro Marcello ha scritto il 21 luglio 2021 alle 17:29 :

    Sono perfettamente d'accordo con quanto è stato evidenziato. Camminare su quella banchina realmente è molto pericoloso , non è pensabile ancora oggi alla mancanza di un marciapiede, in quel tratto di strada sono molti gli utenti che la percorrono, devono stare attenti alle macchine che sfrecciano ed anche dove mettono i piedi vista la presenza di resti di paracarri in pietra che rappresentano pericolo per la incolumità pubblica. Faccio anche io appello agli amministratori locali affinché provvedano una volta per sempre alla realizzazione di un marciapiede che serva a tutti i residenti, nonché agli ospiti degli alberghi che vi sono in quella zona. Insomma, problema di sicurezza e perché no di immagine per questa ridente località. Rispondi a Santoro Marcello

  • Giovanni Pastore ha scritto il 21 luglio 2021 alle 10:55 :

    Nella lettera vengono segnalati temi, riguardanti luoghi del cittadino e residenti,con idee per richiedere la realizzazione di opere necessarie per la sicurezza.Ma di questi tempi ogni parola viene scelta per sollevare polemiche,attizzare scontri con presunti avversari politici,preferendo evitare qualsiasi confronto/affronto,spingendo sempre e solo di più l'acceleratore sulla campagna elettorale che nessuno vincerà o perderà per queste cose.Questo ottimo giornale è l'unico rimasto perchè anche i cittadini fasanesi possano dire qualcosa.Ma molto spesso piace e diventa solo discarica per demonizzare,non avendo altro da dire, l'avversario politico.Non vorrei che un giorno leggessi anche qui "commenti disabilitati". Rispondi a Giovanni Pastore

    Dorotea ha scritto il 22 luglio 2021 alle 06:09 :

    Sugli altri giornali leggi "commenti disabilitati" perché uno censurava tutto quello che non esalta la destra, cioè il 90% dei commenti che arrivavano, l'altro perché non si sa mai, sono troppo democristiani per rischiare di salire sul cavallo sbagliato Rispondi a Dorotea

  • Vincenzo Milella ha scritto il 20 luglio 2021 alle 07:32 :

    Finalmente un bravo cittadino residente lungo la via Appia ha avuto la diligenza di richiamare l'attenzione della P.A. del Comune di Fasano ad un serissimo problema, mai posto ma urgentissimo da risolvere. L'istanza, esposta con toni molto civili e comprensivi delle "difficoltà" di chi "amministra" il territorio, rappresenta bene il senso di abbandono a cui ci sentiamo esposti no cittadini inermi e desiderosi di passare giustamente un periodo sereno sopratutto nel lungo periodo estivo. Vorrei aggiungere un ulterioriore dettaglio per evidenziare altra anomalia: In corrispondenza delle terme sulla via Appia, le strisce di attraversamento pedonale sono scolorite quasi inesistenti e in quel punto sopraggingono a gran velocità automezzi con grave pericolo per i pedoni che attraversano la strad Rispondi a Vincenzo Milella

  • Rosanna Dipinto ha scritto il 19 luglio 2021 alle 19:54 :

    Condividiamo appieno quanto scudetto…. Disposti a contribuire in qualsiasi modo! Rispondi a Rosanna Dipinto

  • Sara ha scritto il 18 luglio 2021 alle 18:24 :

    Io sono una residente, in quel tratto stradale, d' inverno per lunghi periodi viene persino spenta l'illuminazione stradale, non ci sono marciapiedi, ne un sistema di raccolta delle acque, che ad ogni piccola pioggia crea allagamenti, le auto e le moto giocano con la vita dei pedoni non essendoci nulla che li faccia rallentare. Sono disposta a collaborare economicamente per poter avere un marciapiede con griglia di raccolta acque e dei rallentatori x le auto. PS io sono nata qui, non ho nessun fine politico, ma mi spiace davvero, che solo quest'anno, dopo 12anni di residenza, hanno finalmente chiuso le buche difronte casa. Rispondi a Sara

  • Rosa ha scritto il 18 luglio 2021 alle 08:21 :

    Ah interessante... e di quali turisti fa parte? I baresi che fanno chiasso, occupano la spiaggia dalla sera prima e la lasciano uno schifo? Oppure i nordisti che non ci lasciano un posto sulle spiagge libere, si imbranano coi navigatori, fanno incidenti e trattano male i camerieri nei locali? Rispondi a Rosa

  • Donato rongo ha scritto il 16 luglio 2021 alle 22:47 :

    Salve, questo signore ha ragione da vendere. È da 30 anni che vengo a torrecanne da turista e vedere una strada, come quella di via appia è alquanto indecoroso e soprattutto pericoloso. Come fa la classe politica fasanese, di entrambi gli schieramenti a non accorgersi di una cosa così grave. Rispondi a Donato rongo

  • Rosa ha scritto il 16 luglio 2021 alle 06:58 :

    I fasanesi in macchina vanno come i pazzi, i turisti si mettono in mezzo alla strada e la colpa ovviamente è dell'amministrazione... Che bella campagna elettorale, inteliggente soprattutto Rispondi a Rosa