La Protezione Civile Nazionale ha comunicato

Vettore spaziale cinese, comunicato di allerta alla popolazione

Secondo l’Agenzia Spaziale Italiana la caduta dei frammenti è al momento prevista nella notte tra sabato 8 maggio e domenica 9 maggio in una fascia che ricomprende anche il territorio della regione Puglia

Attualità
Fasano sabato 08 maggio 2021
di La Redazione
cartografia delle ipotesi delle traiettorie di impatto al suolo
cartografia delle ipotesi delle traiettorie di impatto al suolo © n.c.

La Protezione Civile Nazionale ha comunicato che il secondo stadio del Vettore di una stazione spaziale cinese decadrà in atmosfera nelle prossime ore. Il Vettore ha una massa di circa 18 ton. 

Secondo l’Agenzia Spaziale Italiana la caduta dei frammenti è al momento prevista nella notte tra sabato 8 maggio e domenica 9 maggio in una fascia che ricomprende anche il territorio della regione Puglia. Tali eventi sono assai rari e non sono codificati comportamenti di autotutela. 

La Protezione Civile ritiene utile fornire alcune indicazioni utili alla popolazione affinché siano adottati comportamenti di autoprotezione. È poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici. Gli edifici pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti. Si consiglia di stare lontani dalle finestre e porte vetrate.

I frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti. Non disponendo di informazioni precise sulla vulnerabilità delle singole strutture, si può affermare che sono più sicuri i piani bassi degli edifici.

All’interno degli edifici i posti strutturalmente più sicuri, nell’eventuale impatto, per gli edifici in muratura sono le volte dei piani inferiori, i vani delle porte inserite nei muri portanti, per gli edifici in cemento armato, i luoghi nelle vicinanze delle colonne e comunque in prossimità delle pareti.

I frammenti più piccoli non sono visibili da terra prima dell’impatto.

Alcuni frammenti di grandi dimensioni potrebbero sopravvivere all’impatto. Poiché tali frammenti potrebbero contenere sostanze altamente tossiche (idrazina), chiunque avvisti tali frammenti dovrà tenersi a distanza di almeno 20 metri e segnalare il fatto alle autorità competenti.

«Raccomando di fare attenzione nelle ore notturne - dice il sindaco Francesco Zaccaria -. Sono in contatto costante con la Protezione Civile e sarà mia premura informarvi su ogni altro eventuale aggiornamento. Nel frattempo vi invito a seguire le indicazioni dell’agenzia spaziale italiana».

Si allega la cartografia delle ipotesi delle traiettorie di impatto al suolo. Le stesse vanno considerato come approssimative.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pastore Giovanni ha scritto il 10 maggio 2021 alle 18:11 :

    Le raccomandazioni sono state necessarie e giuste.L'affascinante avventura dell'uomo per la conquista dello spazio pone anche domande e interrogativi difficili anche se ora fortunatamente il pericolo è scampato.Nel maggio 2020 i detriti di un altro razzo uguale (Long March 5B)sono caduti in Costa d'Avorio causando danni a diversi edifici.Preoccuparsi seriamente o no se il rientro di veicoli di 20 tonnellate e 30 metri di lunghezza diventa incontrollabile e per fortuna passa sulle nostre teste e va a cadere nell'oceano?. Rispondi a Pastore Giovanni

  • Pastore Giovanni ha scritto il 09 maggio 2021 alle 17:45 :

    Si tratta di un razzo che ha portato nello spazio un Modulo denominato "Tianche" o "Armonia del cielo".Ma in terra si è verificato il procurato allarme della Protezione Civile: "Rimanete in casa" possibilmente nei piani più bassi degli edifici.Sono tempi nei quali una quotidiana dose di paura e preoccupazione non ci manca mai.C'è stata la rassicurazione della poca probabilità che i frammenti possono causare crollo di edifici.Sarà pure un caso su diversi milioni, ma poco importa. La vita è sempre preziosa. Rispondi a Pastore Giovanni

  • Maria P. ha scritto il 09 maggio 2021 alle 06:43 :

    In Italia c'è una macchina degli allarmi sempre in funzione. Non bastava il covid Rispondi a Maria P.

    GiusWin ha scritto il 09 maggio 2021 alle 10:44 :

    Esattamente, e il regista è Salvini Rispondi a GiusWin

    Maria P. ha scritto il 10 maggio 2021 alle 11:01 :

    Hai sbagliato regista e protagonisti di questo film horror. Cosa hai visto? Rispondi a Maria P.

    Sizo Convertiso ha scritto il 10 maggio 2021 alle 20:03 :

    Il Ministro della Paura che faceva Antonio Albanese 20 anni fà