La nota

Vaccino Covid-19, la denuncia del cittadino: «È un paradosso, anzi è una vera e propria oscenità»

«Non si rispettano le regole e prevale ancora la logica del clientelismo: i soliti furbetti, che non hanno alcun titolo per accedere ai vaccini anti-Covid-19, riescono a farsi vaccinare sfruttando conoscenze e favori», si legge ne

Attualità
Fasano martedì 13 aprile 2021
di La Redazione
vaccino covid-19
vaccino covid-19 © n.c.

«È un paradosso, anzi è una vera e propria oscenità quello che sta accadendo a Fasano e, purtroppo, pare che la stessa situazione si stia verificando anche in altri paesi della Puglia».

Esordisce così la nota di denuncia del cittadino Giuseppe Vinci.

«Non si rispettano le regole e prevale ancora la logica del clientelismo: i soliti furbetti, che non hanno alcun titolo per accedere ai vaccini anti-Covid-19, riescono a farsi vaccinare sfruttando conoscenze e favori.

E le persone più a rischio, con patologie gravi, malati oncologici, diabetici, immunodepressi con seri problemi di salute sono invece dimenticati, invisibili. Ogni giorno che passa, aspettando il loro turno, rischiano di contagiarsi. Un contagio che sicuramente porterebbe con sé tante complicazioni e potrebbe anche costare la vita. 

Eppure il “piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da Sars-Cov2” parla chiaro: nella parte riguardante le “raccomandazioni sui gruppi della vaccinazione” sono state definite le categorie da vaccinare e le priorità.

Tra queste rientrano i più fragili, ovvero le persone più vulnerabili che, affette da particolari patologie, dovrebbero essere vaccinate per prime.

Invece in Puglia funziona al contrario e a Fasano ancora peggio.

È una situazione da denunciare e che evidenzia come, chi di dovere, non sia in grado di gestire la somministrazione dei vaccini.

Oltre alla confusione sul piano dei vaccini (con annunci su possibilità di vaccinazione il giorno prima dato via social), c’è l’indecenza dei favoritismi a cui è necessario ribellarsi.

Sono tante le persone che stanno approfittando della situazione, mentre i più fragili restano ad aspettare i comodi di gente senza scrupoli.

La regione Puglia e la Asl di Brindisi diano delle risposte in merito. È assurdo che Fasano neghi la priorità alla vaccinazione ai più fragili, è un diritto che è stato calpestato e che va ripristinato al più presto».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 13 aprile 2021 alle 07:57 :

    Ovviamente il problema non sono i furbetti, come si tenta di fare credere, ma di quelli che glielo permettono. Rispondi a Franco

    Giacomo Ferrara ha scritto il 14 aprile 2021 alle 14:40 :

    Ma alla fine non succede niente . Fanno il tribunale ,con un po' di fortuna in 10 anni sapremo qualcosa Rispondi a Giacomo Ferrara

    CAB105 ha scritto il 13 aprile 2021 alle 21:11 :

    E chi sarebbero? NOMI! Rispondi a CAB105

  • CAB105 ha scritto il 13 aprile 2021 alle 06:29 :

    O fai nomi e cognomi o sono solo parole noiose Pure quelli dei medici che si vendono i posti in ospedale chiedendo voti Rispondi a CAB105

    GIUSEPPE VINCI ha scritto il 15 aprile 2021 alle 07:18 :

    vai alla voce altro dei tabulati e troverai tutti i nomi e cognomi , e poi firmati se sei un uomo Rispondi a GIUSEPPE VINCI