Scuola e teatro

Gli studenti della “Bianco-Pascoli” a lezione sul valore dell’amicizia

Prosegue “La scena dei ragazzi”, la manifestazione teatrale organizzata dal Comune di Fasano, con l’omaggio al “Piccolo Principe” della compagnia “Il carro dei comici”

Cultura
Fasano lunedì 30 marzo 2015
di Dino Cassone
Una scena dello spettacolo
Una scena dello spettacolo © FasanoLive.com

“La scena dei ragazzi”, la ricca ed interessante rassegna teatrale promossa dal Comune di Fasano in collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese, cambia pubblico. Questa mattina, infatti, a beneficiarne sono stati gli studenti della scuola media “G.Bianco-G.Pascoli”, che hanno potuto assistere allo spettacolo dal titolo “Il principe venuto dalle stelle”.

Dedicato al “Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupèry, lo spettacolo portato in scena dalla compagnia “Il carro dei comici”, è stato riscritto e diretto da Francesco Tammacco. Quest’ultimo è anche uno dei protagonisti, oltre a Nicoletta Giancaspro e Pantaleo Annese. Ad animare i “Muppetts” invece, ci sono Matteo Altomare e Claudia Castriotta.

Attraversando molti pianeti, in direzione della Terra, il Piccolo Principe incontra una serie di personaggi stravaganti. Da ciascuno, ad ogni modo, imparerà qualcosa: dal fiore la vanità, dal Re la brama di comandare, dall’ubriacone la voglia di dimenticare, dall’uomo d’affari la sete del possesso, dal geografo la presunzione di sapere tutto, dal lampionaio il senso d’altruismo. Giunto finalmente sul nostro pianeta, il Principe incontra dapprima un serpente, quindi una volpe. Dopo mille peripezie, giunge il tempo per il nostro protagonista di fare ritorno verso casa, grazie all’aiuto dell’Aviatore, con cui ha instaurato una bella ed intensa amicizia.

Una storia “di formazione”, di crescita verso l’età adulta e verso l’acquisizione del senso di responsabilità. Grazie ai viaggi, alla conoscenza e, cosa più importante, al rapporto con gli altri, il protagonista e il pubblico di giovanissimi con lui, ha imparato anche il valore dell’amicizia. E anche del distacco, attraverso la scena più poetica, con l’apporto di una fatata giocoliera che prende tra le braccia il Piccolo Principe e lo porta su nelle stelle, accompagnato all’entusiasmo della platea. Uno spettacolo che è piaciuto tanto e che i ragazzi hanno premiato con una standing ovation.

Al termine della rappresentazione, la compagnia si è generosamente intrattenuta con il pubblico, rispondendo ad alcune domande, più incisive quelle di chi, tra loro, aveva già letto il romanzo, più ingenue quelle di chi non l’ha ancora fatto. Puntuale, allora, il consiglio di Francesco Tammacco, di leggere quanto prima quelle pagine meravigliose e di partire per un entusiasmante viaggio personale.

Lascia il tuo commento
commenti