Il centro antico: l’umbraculum

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di Oronzo Rubino e Mariangela Boggia
vistaSez

Tra le mura di bianca calcina pulsa il cuore del centro cittadino, la parte antica della città, l’umbraculum (in latino, zona all’ombra per le strette vie). Qui sorgono diversi monumenti di particolare interesse storico e civile. Viuzze e slarghi in calce bianca con caratteristiche persiane verdi. Visibili ancora oggi diverse tracce dell’antico muro di cinta della città e alcuni pergolati di vite, a testimonianza della civiltà di un tempo. Al suo interno si intersecano quattro piccoli borghi risalenti a periodi diversi: “capo di bascio”, “capo di suso”, “u carvout” e “u’mbracchie”. “Capo di bascio” e “u carvutt” sono le prime fondamenta della città. Ancora oggi vi si accede dagli archi posti nel perimetro esterno. La porta più antica è quella che custodisce l’ultimo torrione di guardia nei pressi delle fogge, la riserva di acqua stagnante che diede motivo a Fasano di nascere.

Dell’u’mbracchie, invece, rimane ben poco. Un tempo caratterizzato da strettissime strade, e quindi con tanta ombra, alla fine del XIX secolo gran parte del quartiere venne demolito per dare spazio all’attuale Piazza Mercato Vecchio. “Capo di suso”, invece, è la parte più alta del centro antico, dove sorgono i primi eleganti palazzotti e l’ex convento delle Carmelitane del XVI secolo, oggi Portici delle Teresiane, con annessa chiesa dedicata alla Madonna del Rosario. Nella stessa zona è possibile ammirare l’antica e suggestiva cappella della Madonna delle Grazie. Sono evidenti all’interno del centro antico di Fasano i tre segni del potere: militare, civile e religioso.

Rispettivamente il Palazzo Baliale, attuale sede del Municipio in piazza Ciaia, con accesso dal grande Arco del Balì; il Palazzo dell’Universitas in largo Seggio, dove un tempo avvenivano le adunate pubbliche, e la chiesa Matrice di epoca tardo-rinascimentale e dedicata a San Giovanni Battista. Di particolare interesse sono, infine, la chiesa barocca del Purgatorio con tesori preziosi custoditi dall’omonima confraternita, la chiesa dell’Assunta, adiacente alla chiesa Matrice e il “Museo della Casa alla fasanese”. Quest’ultimo, ubicato al piano inferiore di Palazzo Pezzolla, mette in evidenza l’architettura tipica delle abitazioni locali: alcova, camerino e mezzanino e ripropone un’interessante ambientazione domestica dell’Ottocento.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Fasano

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno