Presso la masseria San Lorenzo

L'energia di Teresa De Sio splende nella notte di San Lorenzo

Per la "Festa di San Lorenzo", giunta alla quarta edizione, stand gastronomici, musica folk dal vivo, animazione per bambini e il concerto della famosa cantante napoletana Teresa De Sio

Spettacolo
Fasano venerdì 11 agosto 2017
di Marzia Perrini
Teresa De Sio
Teresa De Sio © fasanolive.com

Sotto un immenso cielo estivo colmo di stelle cadenti e tra i maestosi ulivi secolari si è conclusa ieri, 10 agosto, l’ultima delle due serate della “Festa di San Lorenzo”, giunta alla quarta edizione e organizzata dall’associazione “La casa rossa” con la direzione artistica di Michelangelo Busco.

Nella suggestiva location della Masseria San Lorenzo, la serata si è aperta con la Santa Messa celebrata dal priore don Sandro Ramirez, e successivamente la musica è diventata la protagonista assoluta. In particolare la musica folk, inizialmente affidata a due gruppi locali che hanno coinvolto il numerosissimo pubblico con pizziche e tarantelle della tradizione popolare sia fasanese che salentina, allietandolo tra una degustazione e un’altra permesse dai vari stand gastronomici presenti. A concludere in bellezza, poi, la vera stella della Festa: la cantante Teresa De Sio.

Napoletana, ma così affezionata alla Puglia da considerarla la sua seconda casa, la cantante ha da subito trascinato il pubblico con una grande forza e una grande voce, incantando per la valorizzazione che dà al folklore e alle tradizioni popolari. Il concerto, omaggio a Pino Daniele, celebre cantautore napoletano scomparso nel 2015 e amico della De Sio, è stato una tappa del suo tour 2017 con un progetto discografico dal nome “Teresa canta Pino”, prodotto da Luisa Pistoia e Carlo Gavaudan e distribuito da Universal Music. Così tra ritmi folk-rock e a tratti blues la cantautrice ha interpretato alcuni dei pezzi più famosi di Pino Daniele, riuscendo a intrecciare la sua anima e il suo stile con quello del cantante e aprendo le danze con “Bella m’briana” e continuando con “Je so pazzo”, “Notte che se ne va”, “O’ scarrafone”, “Fatte na pizza” o “Quanno chiove” e una sorprendente “Napulè”. Il tutto è stato un racconto: racconto di aneddoti, di esperienze, di significati delle canzoni, di posti e persone a cui è affezionata. E non sono mancati suoi grandi successi come “O’ Jammone” (scritta proprio per Pino Daniele), “Positano”, “Voglia è turnà”, “Salta salta” e “Aumm Aumm”. La cantante napoletana è riuscita a travolgere ed emozionare allo stesso modo il pubblico (che ha addirittura definito “il più divertito che abbia mai trovato”) sia con energiche note folk sia con pezzi che vedevano unicamente chitarra e voce, alternando la calma alla tempesta. Straordinaria anche la sua band, composta da H.E.R. al violino, Max Rosati alla chitarra, Pasquale Angelini alla batteria, Claudio Giusti ai flauti, Francesco Santalucia alle tastiere e Vittorio Longobardi al basso.

Il clima che si è creato è stato caloroso e festoso, grazie soprattutto all’intimità di Teresa De Sio, che con la sua potente voce ha abbattuto ogni barriera e ha fatto ballare adulti e bambini in una notte magica: la Festa di San Lorenzo è stata quindi ancora una volta un grande successo.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette