E' promozione!

Fasano, sei D nuovo grande!

I ragazzi di Laterza offrono una prestazione magistrale sul campo della seconda in classifica, che non è praticamente mai riuscita ad avere la meglio sulla retroguardia fasanese. I gol di Amato e Montaldi consegnano la serie D

Calcio
Fasano domenica 15 aprile 2018
di Ciccio Cofano
Avetrana-Fasano
Avetrana-Fasano © FasanoLive.com

Il Fasano è in serie D! Non poteva esserci epilogo migliore per un campionato che resterà nella storia e nella memoria degli appassionati a lungo per il suo equilibrio e la sua incertezza. Incertezza sulla quale ha prevalso la maggiore esperienza e qualità dei giocatori biancazzurri, che hanno legittimato il loro primato vincendo sul campo della seconda classificata, l’Avetrana. Un’affermazione che non ammette repliche, una prova granitica e senza mai un’esitazione, una falange biancazzurra scesa in campo sin dal fischio d’inizio con l’idea di conquistare i tre punti per archiviare subito il discorso e concedersi la passerella d’onore al ‘Curlo’ domenica prossima. Detto, fatto: un gol per tempo di Amato e Montaldi consegnano la vittoria del campionato al gruppo del mister Laterza, che dopo un solo anno nella massima categoria regionale finalmente varca i confini pugliesi riabbracciando il proprio habitat naturale: la serie D. Un premio alla solidità e alla sapienza di una società che ha saputo tenere la barra dritta anche nei momenti più difficili, quando la stagione sembrava ormai compromessa e nella piazza i più pessimisti sputavano già le loro sentenze. E che ora può meritatamente gioire per un risultato che mancava da ben otto anni.

La partita. Il Fasano parte subito con decisione e si rende pericoloso dopo poco più di sessanta secondi con Montaldi che svetta bene di testa su cross di Corvino ma la palla termina di poco a lato. La partita si gioca subito a ritmi sostenuti, con entrambe le squadre che non si risparmiano, ma il Fasano si fa preferire per pericolosità: al 9’ è clamorosa l’occasione che capita sui piedi di Di Rito, il quale raccoglie un tiro ciabattato di Corvino ma si allunga la palla con lo stop e Petranca può raccogliere con le mani. L’Avetrana risponde al 20’ con un tiro dai venti metri dell’ex Richella che termina ampiamente sopra la traversa. I tarantini creano però la minaccia più consistente un minuto dopo, quando al termine di una ripartenza Passiatore calcia dal limite con Loliva che è bravissimo a distendersi e deviare il pallone. E come al solito, la più antica legge del calcio si manifesta: gol sbagliato dall’Avetrana e Fasano che si porta in vantaggio al 23’ con Amato che raccoglie una palla vagante su azione d’angolo e batte l’incolpevole Petranca da due passi. Dopo il vantaggio dei biancazzurri, la partita si accende ancora di più e non mancano i cartellini, sventolati a Ganci ed Anglani. I ragazzi di Laterza difendono però in maniera impeccabile e anzi sono loro a rendersi di nuovo pericolosi con Montaldi che ancora una volta di testa per poco non beffa Petranca con un lob al 40’. Termina così un primo tempo intenso ma sostanzialmente bloccato e privo di grosse emozioni, come del resto prevedibile data l’importanza della partita.

Nella ripresa il Fasano colpisce alla prima occasione utile: al 52’ Di Rito effettua una spizzata che libera Montaldi in area. Il bomber argentino, completamente solo, non può sbagliare e scaraventa il pallone in rete per il raddoppio fasanese. L’Avetrana, sotto di due gol, pare meno convinto soprattutto sotto l’aspetto mentale e i biancazzurri cercano di approfittarne. Al 57’ Corvino calcia una punizione dai trenta metri: la distanza pare proibitiva ma la conclusione è insidiosa perché rimbalza davanti a Petranca e l’esperto portiere biancorosso riesce in tuffo a smanacciare in angolo. Da quel momento non ci sono più squilli fino all’83’, quando Montaldi ha la meglio col fisico su un difensore avetranese e dopo essere entrato in area tenta una conclusione deviata in angolo di un soffio dall’opposizione di Calò. Sugli sviluppi del corner Ganci si avventa sulla palla ma la sua conclusione viene neutralizzata senza difficoltà da Petranca. Petranca che fa qualcosa di prodigioso in pieno recupero, quando Corvino scaglia una saetta dalla distanza sulla quale il portiere di casa è bravissimo a distendersi a mano aperta. Ma il miracolo avviene sulla ribattuta, con Bernardini che calcia a botta sicura ma è ancora Petranca con un riflesso felino a bloccare addirittura la sfera. È l’ultimo sussulto: il Fasano è in serie D!

Tabellino

Avetrana - Us Città di Fasano 0-2

Reti: 23' Amato (F), 52' Montaldi (F)

Usd Avetrana: Petranca, Salto, Prete, Guerra (52' Alemanni), Calò, Romano (56' Margagliotti), Venza (52' Cavalieri), Cellamare, Richella, Cappellini, Passiatore. A disp.: Strafella, Patera, Sebastio, Pizzolante.All. Giuseppe Branà

Us Città di Fasano: Loliva, Fumarola, Pugliese, Ganci, Anglani, Amato, Serri (80' Lanzillotta), Bernardini, Di Rito, Corvino, Montaldi. A disp.: Pellegrino, Pistoia, Zizzi, De Vita, Girardi, Morga. All. Giuseppe Laterza

Arbitro: Campagni di Firenze

Note: espulso l'allenatore del Fasano Laterza; ammoniti Montaldi (F), Ganci (F), Bernardini (F), Loliva (F), Prete (A), Cappellini (A), Petranca (A)

Lascia il tuo commento
commenti