La risposta

“Mostra dell’Artigianato”, Cisternino replica: «Mai messe in dubbio le capacità di Galeota»

Il vicesegretario cittadino di Fratelli d’Italia-An risponde alle dichiarazioni rilasciate da Giovanni Laguardia, presidente di "Nuova Artigianfaso", riguardanti le nomine dei professionisti per la realizzazione della Mostra

Politica
Fasano domenica 13 agosto 2017
di Vincenzo Lagalante
Francesco Cisternino
Francesco Cisternino © n.c.

Il vicesegretario cittadino di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Francesco Cisternino, risponde alle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi da Giovanni Laguardia, presidente dell’Associazione Nuova Artigianfaso riguardanti le nomine dei professionisti per la realizzazione della “Mostra fasanese dell’Artigianato” (leggi QUI).

«Premesso che - dichiara Francesco Cisternino -, personalmente, anche io ho il buon vizio di fermarmi a pensare, riflettere ed informarmi prima di sollevare polemiche “pregne di fondamento”, come vicesegretario cittadino di Fratelli d’Italia/An, sono stato attaccato dal sig. Giovanni Laguardia, presidente dell’”Associazione Nuova Artigianfaso”, per la nota da me promulgata e apparsa qualche giorno addietro e riferita alle nomine di professionisti per la realizzazione della Mostra dell’Artigianato.

Nella riflessione de quo, sia io che la compagine cittadina politica che rappresento, non abbiamo mai messo in dubbio le capacità e le professionalità dell’architetto Galeota e del suo collega, anzi!

Quel che è parso parecchio strano, ribadisco, è che l’incarico affidato con soldi pubblici all’associazione succitata, vedesse, nel fratello di un consigliere comunale di maggioranza, il destinatario dello stesso.

Non condivido assolutamente, e non credo di essere il solo, il metodo col quale la scelta è stata effettuata; ottima sarebbe l’idea dell’architetto Graziana Calabrese, nostra concittadina, ovvero quella di istituire un “contest”, come in moltissime realtà di pregio e che risulta, ahimè altrove, già una buona prassi.

Il sig. Laguardia potrà anche fregiarsi del titolo di “Presidente” della suddetta associazione ma, ripeto, un centesimo di euro di quei soldi che riceve annualmente dal Comune di Fasano, in quanto evento patrocinato “onerosamente”, risulta anche mio.

Premesso tutto ciò, il sig. Laguardia, mente sapendo di mentire.

Detto ciò, non risponderò più ad ulteriori eventuali comunicati, non per svogliatezza o per privazione di argomentazioni, bensì perché credo che il concetto da me espresso risulti assolutamente chiaro e cristallino.

In ultimo, umanamente, spiace per i seri problemi di salute dal sig. Laguardia avuti. Cordialità» .
Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette