Mozione dei partiti di minoranza

Affidata la Casina Municipale, alcuni consiglieri comunali presentano una mozione

Firmata dai consiglieri Antonio Scianaro, Luigia Albanese, Giacomo Rosato, Antonio Pagnelli e Tonio Zizzi sull’affidamento del Palazzo Congressi a Selva di Fasano

Politica
Fasano venerdì 17 febbraio 2017
di La Redazione
Casina Municipale - Palazzo dei Congressi © NC

Pronta una mozione da parte dei consiglieri Antonio Scianaro, Luigia Albanese, Giacomo Rosato, Antonio Pagnelli e Tonio Zizzi sull’affidamento del Palazzo Congressi a Selva di Fasano.

L’immobile è stato affidato nei giorni scorsi alla cooperativa IRIS di Sammichele di Bari con delibera di giunta municipale “per svolgere attività didattico-laboratoriali culturali, e, in particolare, di educazione ambientale, anche sotto il profilo storico, in favore di studenti di istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, nonché attività similari, comunque afferenti al settore della cultura ambientale”.

“Premesso che questa Amministrazione Comunale – si legge nel testo della mozione - non aveva mai manifestato l'intenzione di concedere alcuna porzione del Palazzo dei Congressi a Selva di Fasano per periodi lunghi sebbene temporanei, che la concessione di un bene pubblico non può essere accordata ad un soggetto solo perché non vi sono state altre richieste diventando un precedente per la concessione di altri beni comunali con la medesima modalità, che trattasi di bene comunale e che quindi sarebbe stato doveroso e più trasparente procedere alla comunicazione di tali intenzioni attraverso l'indizione di manifestazione di interesse a cui avrebbero potuto partecipare più soggetti, del mondo del volontariato piuttosto che del turismo o del commercio, che le attività che la cooperativa IRIS intende espletare non incontrano alcun interesse per la comunità (si citano attività di educazione ambientale sebbene in questa città ci sia già un Centro di Educazione Ambientale accreditato e finanziato da codesto Comune), che gli interessati alla gestione in questo contesto perseguiranno solo gli interessi propri, anche e soprattutto nel profilo economico, senza alcuna ricaduta vera sulla comunità locale, che a tutt'oggi codesta amministrazione non ha alcuna idea progettuale seria sul Palazzo dei Congressi impegna il Sindaco e la Giunta affinché venga revocata la delibera di giunta comunale n.15 del 02.02.2017, e venga dato mandato al dirigente del patrimonio per la predisposizione di una manifestazione di interesse attraverso un bando pubblico, per l'affidamento dell'immobile suddetto, prevedendo che la selezione avvenga sulla base di una valutazione di un progetto di gestione dell'immobile stesso”.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette