Con la banda in testa

Banda fotografica: al via la mostra sulla banda musicale nella sua tradizione e attualità

Da mercoledì 13 giugno alle 19:00 e poi fino al 17 giugno, presso il Museo della casa fasanese, la mostra fotografica che vi farà fare un salto ideale nella vita delle bande musicali raccontandola dal suo interno.

Cultura
Fasano mercoledì 13 giugno 2018
di La Redazione
Banda fotografica, La banda musicale nella sua tradizione e attualità raccontata attraverso la fotografia
Banda fotografica, La banda musicale nella sua tradizione e attualità raccontata attraverso la fotografia © Associazione Culturale Musicale "Ignazio Ciaia"

Siamo in pieno fervore da festa patronale e si sa, non c’è festa patronale che si rispetti senza fuochi, luminarie e bande musicali. Le bande musicali pugliesi, o le cosiddette Bande da giro, sono il più grande fenomeno di cultura popolare nel sud Italia.

Se sul finire dell’800 hanno avuto l’importantissimo ruolo sociale di “opera dei poveri”, contribuendo a divulgare il melodramma tra le classi contadine, oggi le bande suscitano interesse e vantano estimatori sia tra i nostalgici del passato che tra le nuove generazioni, in quanto rappresentano un’eccellenza musicale delle aree geografiche da cui provengono.

E proprio la banda musicale, nella sua tradizione e attualità, raccontata attraverso gli scatti fotografici di chi questa realtà la vive dal suo interno, è il tema della mostra “Banda fotografica” a cui l’Associazione Culturale Musicale “Ignazio Ciaia”, per voce del suo presidente, Lucrezia Orlando , è lieta di invitarVi e che aprirà le sue porte mercoledì 13 giugno alle ore 19:00 presso il Museo della casa fasanese (Piazza mercato vecchio).

In mostra dal 13 al 17 giugno, dalle ore 18:00 alle ore 22:00, gli scatti di due componenti della banda Piergiuseppe Pace e Rossella Amati, appassionati di fotografia oltre che di musica.

Gli scatti di Piergiuseppe ci porteranno per mano attraverso un’esperienza visiva privilegiata, in quanto catturata dall’interno, mostrandoci i momenti di vita e lavoro della banda da giro: dai viaggi in pullman alle lunghissime processioni in giro per la Puglia, svelando un mondo che va oltre la semplice parata musicale del giorno della festa e che è pressoché sconosciuto ai non addetti ai lavori. Al visitatore sarà possibile cogliere, dietro quei volti e quelle immagini, orgoglio, senso di appartenenza ed anche quella fatica che questo grande amore comporta.

Rossella, che si definisce “ritrattista per passione”, ha messo insieme una raccolta fotografica in cui vengono immortalati, con il suo modo di vederli attraverso l’obbiettivo, i componenti dell’Associazione Culturale Musicale “Ignazio Ciaia”. Ritratti da cui emerge la grande e contagiosa passione che la lega alla banda.

Quella del nostro paese d'altronde è una realtà di grande prestigio, grazie alla presenza del maestro Silvestro Sabatelli, giovane direttore artistico o “capobanda” per dirlo alla maniera popolare, il cui talento è ormai riconosciuto a livello internazionale. Compositore e arrangiatore ma, ancor di più, perno principale dell’associazione, a lui va riconosciuto il merito umano, oltre che artistico, di esser riuscito a catalizzare attorno a se vecchi e nuovi appassionati, dando vita ad un gruppo musicale unito ed entusiasta.

“Nella foto che ritrae il maestro (per non svelare completamente la sorpresa, qui ne cogliete solo una piccola parte), ci dice Rossella, uno scatto che per me è molto significativo, ho voluto rappresentare il momento più emozionante per un musicista durante il concerto: l’attacco, il momento in cui tutto ha inizio, significato anche simbolico di una partenza che si rinnova ogni volta”

La passione e l’entusiasmo di questi giovani musicisti con il talento di rappresentarle e trasmetterle in fotografia è tale che non si può non esserne contagiati. E guardare attraverso i loro occhi il mondo delle bande non potrà che svelarcene segreti ed emozioni.

Lascia il tuo commento
commenti