Scuola

I.I.S.S. da Vinci: un presidio della legalità con la LUISS di Roma

Una rappresentanza dell'istituto fasanese ha partecipato alla manifestazione di avvio del progetto "Legalità" dell'illustre ateneo romano

Cultura
Fasano mercoledì 06 dicembre 2017
di Rosachiara Monopoli
La tavola rotonda
La tavola rotonda "Legalità e merito" © FasanoLive

Legalità e merito: queste le due parole chiave che hanno caratterizzato la manifestazione di apertura del progetto in rete, organizzato dalla prestigiosa università LUISS Guido Carli di Roma, che coinvolge 21 scuole, medie e superiori, selezionate tra tutte le regioni italiane, fra le quali l' I.I.S.S. Leonardo da Vinci di Fasano.

Una delegazione del da Vinci composta dalle prof.sse Giuditta Di Leo e Mariagrazia Ammirabile e dalle alunne Roberta Lisi e Rosachiara Monopoli ha preso parte ieri, martedì 5 dicembre, all'evento a cui hanno partecipato il rettore dellla LUISS Paola Severino, il vicepresidente della Csm Giovanni Legnini, il comandante generale carabinieri Tullio Del Sette, il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho, il presidente dell' Anm Eugenio Albamante, la produttrice del ciclo "Nel nome del popolo italiano" Gloria Giorgianni, il diretto dell' Ansa Luigi Cantu.

Le attività del progetto, promosso in collaborazione con Anac, Csm, Direzione nazionale antimafia e Ministero dell'Istruzione, partiranno a febbraio e comprenderanno dei percorsi peer-to-peer di cultura della legalità: ad assumere il ruolo di insegnanti arriveranno in tutta Italia dei giovani tutor LUISS, che accompagneranno i ragazzi nella "lotta alla criminalità".

Sono previsti incontri con i protagonisti dell'anticorruzione, attività per favorire l'integrazione sociale e la cittadinanza attiva e perfino la realizzazione di video e murales.

Gli studenti del "da Vinci sono tornati sui banchi con la rinnovata consapevolezza che «la libertà non è un diritto negoziabile: per difenderla l'omertà e l'indifferenza vanno sconfitte» come ha puntualizzato il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho.

Durante l'incontro sono state consegnate alcune borse di studio a giovani dottorandi offerte dall'associazione Amici della LUISS.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette