Militari in azione

Alcool e droga al volante, collaborazione Carabinieri-Asl

Controlli sulle strade del Brindisino con laboratori mobili

Cronaca
Fasano mercoledì 08 agosto 2018
di La Redazione
Controlli dei Carabinieri con l'etilometro
Controlli dei Carabinieri con l'etilometro © n.c.

La guida sotto l’effetto dell’alcol o delle droghe mette a serio rischio la vita di chi guida. Per contrastare in maniera adeguata il fenomeno che, anche nella provincia di Brindisi, assume una qualche nota di preoccupazione e le cui vittime sono per lo più giovani assuntori di alcol e droghe in quantità tali da pregiudicarne le condizioni psicofisiche, si è resa necessaria un’azione più determinata.

In tale contesto, l’applicazione degli articoli 186 e 187 del Codice della strada postula l’utilizzo dell’etilometro, per la verifica del tasso alcolemico, ovvero di esami tossicologici, per accertare l’eventuale assunzione di droghe.

Per rendere più rapide le attività di controllo e poterle effettuare per quanto possibile sulla strada (segnatamente gli esami tossicologici), il Comando provinciale Carabinieri di Brindisi ha acquisito la disponibilità della direzione generale dell’Asl del capoluogo ad allestire laboratori mobili da utilizzare sulle arterie stradali per effettuare, in supporto alle pattuglie dei Carabinieri, indagini rapide mirate all’accertamento dello stato di alterazione psicofisica conseguente all’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope nei conducenti dei veicoli.

I mezzi posti a disposizione dall’Asl sono due autoambulanze che stazioneranno nei luoghi di controllo e due automediche che si occuperanno della raccolta e del trasporto dei campioni biologici prelevati dal luogo del controllo, al laboratorio di analisi dell’ospedale Perrino di Brindisi - dopo un rapido esame salivare -, con un tampone, dei soggetti sottoposti a verifica. Infatti, solo se quest’ultimo esame sarà positivo, si procederà al prelievo volontario del sangue.

Qualora il soggetto controllato si rifiuti di sottoporsi sia al prelievo salivare, sia a quello successivo del sangue, incorrerà nella violazione penale, come riferito all’art.187 del Codice della strada.

La norma richiamata punisce il trasgressore con sanzioni severe di natura penale, pena congiunta dell’arresto e dell’ammenda. All’accertamento del reato consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a due anni. Se il veicolo appartiene a persona estranea al reato, la durata della sospensione della patente è raddoppiata. Con la sentenza di condanna è sempre disposta la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato, salvo che non appartenga a persona estranea.

L’importante iniziativa di collaborazione, decollata da Brindisi nello scorso fine settimana e che ha avuto il battesimo nell’ambito della compagnia di Fasano, in concomitanza con le manifestazioni civili, precisamente i concerti in occasione di alcuni eventi e della festa patronale di Cisternino, interesserà per tutto il periodo estivo ed oltre, il territorio provinciale.

Nell’ambito del servizio nel novero delle persone controllate, sono stati individuati i soggetti i quali sono stati sottoposti a controllo, alcuni con l’etilometro e altri sottoposti al tampone salivare. Quest’ultimo è un test preliminare non invasivo e permette di accertare la presenza di una o più delle seguenti sostanze: cocaina, oppiacei cannabinoidi (marijuana e hashish) anfetamine.

Nel corso dei servizi svolti nelle giornate dal 5 al 7 agosto sono stati effettuati 31 alcoltest e 22 prelievi con tamponi salivari. Gli accertamenti sono stati tutti negativi, ossia hanno escluso, nei soggetti sottoposti a controllo, l’assunzione di alcol e di stupefacenti. L’iniziativa - commentano i Carabinieri - nel suo complesso ha un alto valore preventivo e costituisce valido deterrente per i giovani automobilisti.

Lascia il tuo commento
commenti