L’attività è gratuita

Sportello amico, la nuova iniziativa della Sezione A.N.F.I. cittadina

I Finanzieri in pensione intendono offrire un servizio di consulenza ed assistenza alla cittadinanza e agli utenti Ta.Ri.

Attualità
Fasano martedì 15 maggio 2018
di La Redazione
avvisi Tari 2018
avvisi Tari 2018 © n.c.

Com’è noto, sono in arrivo gli avvisi Ta.Ri. 2018 che, il più delle volte, generano dubbi ed incertezze negli utenti non a conoscenza della corretta tecnica di applicazione della tassa, molti dei quali si recano presso l’Ufficio Tributi per chiedere delucidazione su aspetti che non incidono sul quantum da corrispondere.

In questo contesto, i Finanzieri in pensione, sempre attenti a cogliere gli aspetti del vivere quotidiano della collettività, di concerto con l’Assessore e i Dirigenti al ramo dell’Amministrazione cittadina, intendono offrire un servizio di consulenza ed assistenza alla cittadinanza e, soprattutto, agli utenti Ta.Ri. che hanno perplessità in ordine al contenuto e all’importo degli avvisi di pagamento della tassa.

L’attività di consulenza, assolutamente gratuita, sarà finalizzata a verificare in primis la correttezza degli avvisi e, qualora necessario, a richiedere all’Ufficio Tributi dell’Ente la rettifica di eventuali inesattezze.

Gli interessati potranno recarsi presso la sede dell’Associazione ubicata in Piazza Mercato Nuovo, 9 (Portici delle Teresiane) nei giorni della settimana di lunedì, mercoledì e venerdì, con orario dalle ore 17 alle ore 19.

«Pur se potrà sembrare superfluo – fa sapere il presidente dell’Associazione, Col. Domenico Mileti -, vorrei chiarire che l’attività di consulenza ed assistenza non si sostituisce all’operato dell’Ufficio Tributi dell’Ente, né, tantomeno, vuole porsi in contrapposizione al medesimo. Riteniamo che la nostra iniziativa, del tutto a titolo gratuito, porterà giovamento sia agli utenti, a volte impossibilitati a recarsi presso l’Ufficio Tributi, sia all’Ufficio medesimo, soprattutto in questa fase di transizione a seguito dell’internalizzazione del servizio di riscossione».

Lascia il tuo commento
commenti