Domenica, 11 marzo

Successo per il raduno di auto e moto storiche organizzato dalla Scuderia Ferrari Club Fasano

L'evento promosso dalla Scuderia Ferrari Club Fasano ha radunato in piazza Ciaia un centinaio di autovetture e moto d'epoca costruite fino al 1988

Attualità
Fasano lunedì 12 marzo 2018
di Christian De Leonardis
Raduno Ferrari ed auto d'epoca a Fasano
Raduno Ferrari ed auto d'epoca a Fasano © Elena Potenza

Conservare integre e restaurare gioielli del passato su due e quattro ruote non é un impegno da poco, ma è quello fanno con passione e dedizione i possessori e i collezionisti che ieri, domenica 11 Marzo, hanno preso parte al raduno di auto e moto storiche "Promotori d'epoca 2- l'evoluzione", portando in piazza Ciaia e nei centralissimi Corso V. Emanuele e Garibaldi anche pezzi di notevole valore storico, costruite da case automobilistiche e motociclistiche diverse, alcune delle quali non più esistenti.

L'evento, giunto quest'anno alla sua seconda edizione e promosso dalla Scuderia Ferrari Club Fasano presieduta da Orazio Leone, ha visto anche la partecipazione diretta delle scuole secondarie di secondo grado fasanesi: gli studenti partecipanti al concorso hanno realizzato, attraverso svariate forme di comunicazione, degli elaborati sul tema: "l'evoluzione dell'auto nel mondo".

Numerose sono state anche le supercar d'ogni epoca ed età, su tutte Ferrari e Porsche, che indubbiamente hanno attirato molti curiosi, ma gradita la presenza di uno degli special guest, il rallysta di Cisternino Francesco Montagna che ha permesso al folto pubblico accorso di ammirare la sua Renault 5 Turbo Maxi rally degli anni '80.

Si parlava quindi di evoluzione: è stato interessante ad esempio mettere a confronto vetture come la Fiat 500 e la 124 Abarth con le loro attuali eredi, per comprendere come sia cambiato il mondo dell' industria automobilistica.

Per quanto riguardava le moto, invece, non potevano di certo mancare le Vespa della Piaggio, ma anche diverse Moto Guzzi e Honda.

Ospiti d'onore della cerimonia di premiazione, l'ingegner Cesare Fiorio, già dirigente della Scuderia Ferrari di F1, oltre al pluricampione della Fasano-Selva motociclistica Gino Tondo.

Il presidente Orazio Ferrara, ha prima dato un riconoscimento agli Scuderia Ferrari Club di Veglie, Ascoli Satriano e Margherita di Savoia presenti per l'occasione, prima di decretare i vincitori del concorso per gli studenti: per l'ITC Salvemini, risultava vincitore Giuseppe Tauro, che con l'aiuto del proprio professore ha realizzato un modellino di auto elettrica stampato in 3D. Per il liceo Da Vinci, Vladi Guarini e per l'IPSIA Ferraris Gianvito Nigri. Inoltre ha ricevuto un premio speciale Roberto Ernandes ( ITC Salvemini ) per l'originalità del suo elaborato.

Lo speaker della manifestazione, infine, ha decretato i vincitori del concorso di bellezza: il premio "auto più bella" è andato alla Ferrari Testarossa di Mario D'Aiala, mentre il premio "auto storica" assegnato alla vettura dal valore storico più rilevante è andato alla Cadillac Eldorado del 1975 di Franco Natola: si tratta di un rarissimo pezzo di ammiraglia americana conservato magnificamente.

La vittoria nella categoria moto è infine andata a Fausto Schena e alla sua splendida Moto Guzzi Airone del 1938.

Si è trattato dunque di un pieno successo per l'evento, con la città di Fasano che, ancora una volta, si è dimostrata più che mai la città dei motori pugliese.

Lascia il tuo commento
commenti