Ieri mattina

I fasanesi ancora in piazza contro il piano di riordino ospedaliero

C’era anche il consigliere regionale Antonella Laricchia (Movimento 5 Stelle) al sit-in di protesta in piazza Ciaia, organizzato dal comitato spontaneo

Attualità
Fasano lunedì 20 marzo 2017
di Vincenzo Lagalante
Gente in piazza per dire no alla chiusura dell'ospedale
Gente in piazza per dire no alla chiusura dell'ospedale © FasanoLive.com

C’era anche il consigliere regionale Antonella Laricchia (Movimento 5 Stelle) al sit-in di protesta in piazza Ciaia, organizzato dal comitato spontaneo contro la chiusura dell’ospedale “Umberto I” di Fasano. L’esponente pentastellato è intervenuta per fornire chiarimenti circa il piano di riordino ospedaliero in fase di attuazione: «Con 111 posti letto e 3 ospedali pubblici in meno nella sola provincia di Brindisi, questo non è un piano riordino ospedaliero ma un regalo a quel tipo di sanità privata che pensa di fare impresa, non sforzandosi di essere migliore rispetto al pubblico, ma sforzandosi di affossare il pubblico per offrirsi come unica possibilità di scelta. Vince la sanità privata e a noi chiedono di accontentarci di alcuni premi di consolazione».

La protesta di ieri ha usato toni forti, tra tutti uno striscione: “Cari politici, la vostra indifferenza ci ucciderà tutti”. Ieri mattina, in piazza Ciaia, è stata data la possibilità ad ogni partecipante di intervenire liberamente “senza bandiere di partito o sindacati”, come sottolineato dagli organizzatori, i quali hanno lamentato nuovamente l’assenza del sindaco Francesco Zaccaria: «Oggi ci siamo noi qui a parlare perché manca il sindaco, dovrebbe esserci lui a difendere Fasano».

Il consigliere comunale Raffaele Trisciuzzi (M5S) ha chiesto l’intervento degli amministratori per spiegare a tutti il futuro della sanità a Fasano. «Non dobbiamo vergognarci di essere qui in piazza a protestare – ha detto –: questa è la reazione legittima di un popolo che non viene ascoltato. Durante il Consiglio comunale di venerdì prossimo dobbiamo letteralmente invadere il palazzo municipale».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette