Il 24 febbraio

Consiglio comunale sull'ospedale, individuata la data per lo svolgimento

Trovato l'accordo in maggioranza: domani riunione dei capigruppo per stabilire l'ora e le modalità

Attualità
Fasano giovedì 16 febbraio 2017
di Vincenzo Lagalante
Il Consiglio comunale di Fasano © Angelo Buongiorno @FasanoLive.com

Tanto tuonò che piovve. Si svolgerà con ogni probabilità venerdì 24 febbraio prossimo (anche se la data ufficiale sarà decisa domani, quindi potrebbe anche slittare, ma sarà sempre nello stesso periodo) il Consiglio comunale sulle sorti dell'ospedale "Umberto I" di Fasano e sulla nascita del nuovo nosocomio. La data sarà ufficializzata domani, durante la riunione dei capigruppo consiliari. Questa seduta, richiesta soprattutto dai militanti del Movimento 5 Stelle ad agosto scorso e ora anche da altri membri (non tutti) dell'opposizione, è molto attesa, soprattutto dopo le notizie che giungono dalla Regione Puglia che vedrebbero ancora penalizzato l'ospedale fasanese con la già avvenuta chiusura del reparto di Pneumologia e il rischio di declassamento del pronto soccorso, seppur lo stesso (denominato punto di primo intervento provvederà ugualmente a curare i codici gialli e bianchi, mentre per le urgenze interverrà il personale del 118). Nella riunione di domani si deciderà, oltre alla data, anche l'ora di svolgimento del Consiglio comunale, se sarà a carattere monotematico, se aperto al pubblico e se invitare esponenti della Regione Puglia e dell'Asl.

Ad qgosto scorso, il Movimento 5 Stelle (rappresentato in Consiglio comunale da Raffaele Triusciuzzi), non solo invitò il sindaco e tutta l'assise a esprimersi nettamente contro il piano di riordino - indicato dai pentastellati come la causa della dismissione dei reparti dell'Umberto I - ma a promuovere a nome dell'Ente comunale stesso una manifestazione popolare a difesa dell'ospedale. La manifestazione, secondo Triusciuzzi, dovrebbe avvenire - diceva all'epoca - in concomitanta con il Consiglio comunale monotematico.

La scorsa settimana, poi, è seguita la richiesta di Antonio Scianaro (Circoli Nuova Fasano), Tonio Zizzi (Noi ci siamo) e Giacomo Rosato (Fasano Democratica). Questo il testo della richiesta inviata al presidente Vittorio Saponaro: "Visto che questa Amministrazione, a differenza della precedente, ha voluto gestire in proprio la questione del riordino ospedaliero, non tenendo conto minimamente dell'opposizione - si legge in una nota - e visto che in passato, a differenza del presente, si costituì una apposita commissione consiliare, formata da tutte le forze politiche che ha più volte incontrato il direttore generale per rappresentare i disagi della popolazione di Fasano e degli e operatori sanitari; visto che il sindaco, in qualità di massima espressione sanitaria locale e come rappresentante della conferenza dei sindaci, non ha mai informato le forze politiche di quello che sarà il destino dell'ospedale di Fasano, se non in un breve confronto del 24 ottobre 2016; visto che in questi ultimi giorni e mesi come apprendiamo dagli organi di stampa si assisterà al definitivo smembramento dell'unico punto di riferimento dell'ospedale fasanese e molti nostri concittadini saranno costretti a spostarsi con notevoli disagi per curarsi; visto che i disagi per la popolazione aumentano per il venir meno dei livelli minimi di assistenza ed è in gioco la organizzazione dei servizi per i prossimi dieci anni, tempo necessario per la realizzazione del nuovo Ospedale Monopoli-Fasano, i firmatari della richiesta chiedono la convocazione urgente della conferenza dei capigruppo per discutere ed avere chiarimenti sull'argomento in oggetto e valutare l'opportunità di indire un Consiglio comunale monotematico».

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette